Home » Benessere » Il Papa e la contraccezione: "Non è quello il male peggiore"

Il Papa e la contraccezione: "Non è quello il male peggiore"

Papa Francesco stupisce ancora, e lascia senza parola i puristi della Chiesa. Quelli, per inciso, che il cambiamento non lo vogliono nemmeno nell’era spaziale. Ma questo Papa vive molto da vicino la realtà, provenendo da un Paese con molti problemi sociali, e studia a fondo il presente prima di esprimersi. L’ultima dichiarazione la fa sui contraccettivi. Certo non va tolta dal suo contesto, che era quello della lotta contro l’aborto.

Il Papa di fatto non si dichiara “a favore” dei contraccettivi ma esprimendo la propria opinione sull’aborto dice chiaramente: “L’aborto non è un male minore ma è proprio un crimine. Male minore è invece evitare la gravidanza”. Lo ha detto parlando coi giornalisti sul volo di ritorno dal Messico, quando qualcuno gli ha chiesto cosa ne pensasse del problema Zika. E dato che il virus brasiliano è fortemente legato alle gravidanze, il Papa parla di chi ha scelto di abortire una volta ammalatasi di Zika per non avere un bambino deforme.

“L’aborto è uccidere, e non si deve uccidere. Per questo è condannato dalla chiesa”, ma una piccola apertura sui contraccettivi la fa. In fondo, ricorda “Paolo VI, il grande, in una situazione drammatica ha permesso alle suore che rischiavano di usare i contraccettivi”. Significa che in certe situazioni di pericolo, di stupri etnici e simili, le donne anche se consacrate possono proteggersi così. Ma i contraccettivi furono approvati anche da Giovanni Paolo II in Africa, in piena emergenza AIDS, quando i missionari non sapevano più come proteggere le donne dalle violenze o dall’ignoranza. Dunque niente di davvero nuovo, se non fosse per la chiarezza con cui il Pontefice parla direttamente dell’argomento: “Evitare la gravidanza in certi casi non è un male assoluto”.

admin

x

Guarda anche

Pediatria: nel primo anno di vita 4 fasi cruciali per la salute dei bambini

Sono quattro i periodi che mettono le basi della salute e della vita di un ...

Condividi con un amico