Home » Benessere » La dottoressa morta a Perugia era famosa e stimata nel mondo

La dottoressa morta a Perugia era famosa e stimata nel mondo

“Dottoressa cinquantenne trovata morta in casa”, una notizia di cronaca che prima fa temere l’ennesimo caso di omicidio o di violenza, poi fa provare tristezza per un nuovo caso di morte in totale solitudine. Ma questo dramma, a quanto pare, era molto più di una notizia di cronaca nera. La donna morta -ormai è certo, per cause naturali- a un’età in cui aveva ancora davvero il mondo davanti, non era una persona qualsiasi.

Alla notizia del decesso della dottoressa Paola De Rango, 50 anni, medico dell’ospedale di Perugia si è sollevata l’intera comunità scientifica mondiale. Perché questa donna, dalla salute a quanto pare tanto fragile, era un elemento valido e sapiente. Partecipava attivamente alle ricerche sull’ictus e sulle possibili cure e prevenzioni. Era membro del WorldWide Women Working Group on Stroke e lavorava tra l’Italia e gli USA. Aveva firmato un importante lavoro sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari, e stava portando avanti una ricerca sul problema ictus nelle donne. La sua attività era molto apprezzata a ogni livello, nel mondo, e la sua morte è una perdita incredibile. A Los Angeles si è deciso di intitolare il progetto che stava seguendo proprio a suo nome.
La dottoressa De Rango era “scomparsa” misteriosamente senza dare notizie di sé per 24 ore. Viveva sola e gli amici si sono subito preoccupati per la prolungata assenza. Avvisate le forze dell’ordine, l’arrivo a casa della donna e la triste scoperta. Era a letto, morta, da un giorno. Le analisi sono ancora in corso, ma non ci sono segni di violenza. Chissà se il destino crudele ha riservato proprio a lei, ricercatrice delle cause dell’ictus, una morte per via di malattia cardiocircolatoria.

admin

x

Guarda anche

Pediatria: nel primo anno di vita 4 fasi cruciali per la salute dei bambini

Sono quattro i periodi che mettono le basi della salute e della vita di un ...

Condividi con un amico