Home » Benessere » Settimana Mondiale del Cervello e del “tempo”

Settimana Mondiale del Cervello e del “tempo”

Questa che stiamo vivendo è la SETTIMANA MONDIALE DEL CERVELLO che si celebra in tutto il pianeta e che quest’anno avrà come indirizzo base la tematica del tempo. Il tempo, quando si parla di cervello, è il primissimo alleato. Quando si soccorre una persona in arresto cardiaco e respiratorio, si deve rianimare entro tre minuti dal blocco altrimenti il cervello perderà ossigenazione e morirà. E’ per il cervello che si interviene in fretta, più che per il cuore.

Il tempo è fondamentale anche per molte malattie neurologiche: l’ictus, per esempio. Capire per tempo i sintomi ha salvato molte vite umane. E’ di qualche anno fa la notizia di una signora catanese che, vedendo improvvisamente male da un solo occhio, invece di chiamare l’oculista è andata di corsa al Pronto Soccorso scoprendo così un ictus in corso. Questa prontezza le ha salvato la vita. Ed è notizia recente quella di un giovane medico toscano che, davanti ai sintomi di un paziente con febbre alta, ha predisposto gli esami per la meningite salvandogli la vita. In entrambi i casi, NON perdendo tempo, si è riusciti a salvare il cervello e con esso la persona.

Meningite, ictus, demenze, arresti respiratori…il fattore tempo – come dice anche il professor Leandro Provinciali, Presidente della Società Italiana di Neurologia SIN – DEVE essere cruciale in ambito neurologico! Anche se si sopravvive a una patologia cerebrale gli strascichi che restano per via dei danni subiti possono invalidare l’esistenza. Di recente si sta vedendo che il fattore tempo è importante anche nel Parkinson e nella Sclerosi Multipla: pur essendo degenerative in ogni caso, se si interviene presto sui sintomi si è visto che le malattie rallentano di molto il loro progredire. Bisogna quindi educare la gente a riconoscere i sintomi, a capire e ad agire da soli, prima che arrivino i soccorsi. Bisogna però educare anche i medici e gli studenti a lavorare più sul tempo che su altri fattori, in particolare se il cervello è seriamente compromesso.

admin

x

Guarda anche

Ecco come il porno danneggia il cervello

Visioni contrastanti sull’effetto della pornografia sul cervello umano. Diversi studi si stanno incrociando su questo ...

Condividi con un amico