Home » Benessere » Sindrome di Down e società: tu come li vedi?

Sindrome di Down e società: tu come li vedi?

Per la giornata di oggi, 21 marzo, Giornata Mondiale della Sindrome di Down è stato diffuso un bellissimo messaggio video in cui i protagonisti sono proprio loro, i ragazzi Down. Lo slogan è “Come mi vedi?” e le risposte le danno loro stessi dicendo: siamo normali… siamo figli, fratelli, amici. Siamo gente che lavora e che sogna. Solo con quel cromosoma in più.

Loro si vedono così e noi? Noi li guardiamo ancora con commiserazione, guardiamo i loro genitori e ci domandiamo come facciano a sopportare questa croce di un figlio “handicappato”. Nonostante i molti progressi che l’educazione e la scienza stanno facendo, donando a queste persone una vita indipendente, la società tende sempre a emarginarli. La svolta del giorno di oggi è quella di cambiare tendenza, ancora e ancora. La domanda che i ragazzi ci fanno con quel video dobbiamo farcela anche noi e capire la risposta.

Oggi la sindrome di Down non è più sinonimo di problema, non per la scienza almeno. Nonostante i problemi inevitabili, ci sono prospettive di studio e di lavoro. Le persone con questa sindrome sono accettate in molti settori della società e anche se i pregiudizi sono ancora tanti basta guardare come vivono e lavorano questi ragazzi per sentirli sciogliere. Il diverso non è più qualcuno di pericoloso da evitare ma qualcuno che semplicemente si differenzia da noi per qualcosa, di piccolo o di grande. Nel caso dei ragazzi Down questo qualcosa è dentro non fuori. E la domanda è legittima: tu come li vedi?

admin

x

Guarda anche

Per mentenervi giovani … giocate a calcio!

Diciamo la verità: in Italia non si sentiva proprio il bisogno di un ulteriore incentivo ...

Condividi con un amico