Home » Benessere » Una pillola per colorare il tumore al seno

Una pillola per colorare il tumore al seno

Ultimamente si parla tanto di tumore al seno. Una patologia sempre più diffusa ma sempre più curabile. Come detto spesso, la possibilità di vincere questo tumore risiede nella velocità di diagnosi che se ne fa e oggi sempre più la ricerca punta proprio a questo: a fornire mezzi rapidi ed efficaci per individuare i primi segni del male nella mammella.

L’ultima novità che alimenta la speranza viene dagli USA, dalla University of Michigan ed è stata presentata in occasione del 251° meeting americano della Chemical Society, a San Diego (California). Una pillola che illumina il tumore. La pillola cerca di dare man forte agli esami tradizionali, ecografie e mammografie, che sono utilissimi ma ancora presentano parecchi limiti. La pillola, che si prende normalmente per bocca, va a “colorare” le cellule malate e i relativi vasi sanguigni collegati. In tal modo, in sede di esame (ecografico o mammografico che sia), l’occhio del medico cade immediatamente sulla parte malata -se c’è- e la individua subito.

Se invece il tumore è assente, non si colorerà nulla. Questo servirà più che altro per individuare quei noduli e quelle masse che spesso sono nascosti dalle ghiandole e che la donna non sente nemmeno al tatto. Alcuni tipi di tumore, infatti, vengono “allo scoperto” solo quando sono già troppo estesi mentre si sono sviluppati in segreto ben nascosti. Testata per ora sui topi, la pillola sta dando risultati soddisfacenti e potrebbe presto essere provata su esseri umani. La pillola colorante, ovviamente, non sostituisce gli altri esami periodici, che vanno sempre fatti, solo li rende più certi e chiari all’occhio del medico.

admin

x

Guarda anche

Ricerca: perseveranza si apprende osservando i genitori

La perseveranza si apprende osservando i genitori. A dimostrarlo uno studio effettuato dai ricercatori del ...

Condividi con un amico