Home » Benessere » E se il tatuaggio ci rendesse immuni dalle malattie?

E se il tatuaggio ci rendesse immuni dalle malattie?

Una ricerca americana sta per far felici tutti i tatuati del mondo. A quanto pare, più tatuaggi abbiamo, più rafforziamo il nostro sistema immunitario e quindi ci proteggiamo contro tutte le malattie. Ma come, direte voi, e tutti i consigli, gli avvertimenti, i pericoli delle infezioni da tatuaggio di cui la stampa ci ha bombardati per giorni?

Per l’Università dell’Alabama (USA) dipende dai soggetti. Ci sono effettivamente quelli troppo sensibili che possono avere conseguenze gravi dai tatuaggi e ci sono sempre i rischi legati alla cattiva igiene di laboratori e aghi ma se si supera indenni il primo tattoo e ci si torna, il corpo si abitua. E’ come quando si inizia a far ginnastica, dicono gli scienziati, che all’inizio il corpo soffre molto. Ma superato l’impatto poi si adegua e lo sforzo diventa facile. Per il tatuaggio è lo stesso… dopo il primo il corpo scatena le difese per distruggere quegli inchiostri intrusi. Ma se ne facciamo altri, man mano il corpo riconosce gli agenti estranei e li accetta. Prima di arrivare a questo risultato, però, i nostri anticorpi si saranno “allenati” decine di volte e dunque il sistema immunitario sarà più pronto ad aggredire i nemici dell’organismo, quando gli capitano a tiro. Insomma, grazie ai tatuaggi frequenti costringiamo il corpo a stare sempre all’erta e così a sapersi proteggere al momento giusto. Magari non contro l’inchiostro ma contro qualsiasi altra particella sospetta, in futuro.

admin

x

Guarda anche

Allergia al nichel: ecco perché aumenta

Si sta diffondendo sempre più, in Italia e non solo, l’allergia al nichel. Il motivo ...

Condividi con un amico