Home » Benessere » L’ora legale fa male… alla schiena

L’ora legale fa male… alla schiena

Torna l’ora legale, cioè nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo dovremmo spostare le lancette un’ora avanti per guadagnare quelle due ore di luce in più alla sera, mentre il mattino sarà più scuro e deprimente. L’ora legale, come quella solare, sono dei cambiamenti traumatici che servono per risparmiare energia ma a volte fanno male al nostro fisico.

Di solito sappiamo che sballare il ritmo della luce e del sonno comporta: problemi di stanchezza, di concentrazione, di depressione. A volte mal di occhi o mal di testa. Ma che c’entra invece la schiena? Eppure all’Università La Sapienza di Roma hanno verificato proprio questo: l’ora legale fa male alla schiena! E poco importa che quest’anno cada nel pieno della notte di Pasqua, dunque con tutto il mondo in vacanza e rilassato, i risvolti potrebbero essere gli stessi. Sì, perché il mal di schiena è dato principalmente dalla postura sbagliata, dalla fatica quotidiana ma anche dalla mancanza di adeguato riposo.

Dormire un’ora di meno, andare a letto più tardi la sera nelle prime due settimane dal cambio dell’ora potrebbe accentuare il problema in chi già ne soffre. Il corpo, in pratica, riposerà meno e dovrà adattarsi a un nuovo ritmo. In tutto questo la schiena non riceverà la giusta dose di distensione che permette ai muscoli di rilassarsi e di dolere meno … da cui l’aumento della sofferenza. Aumentando il dolore ai muscoli si tende a stare più storti e questo nuove anche ai dischi e alle articolazioni, sottoposti a maggior stress. Dunque anche se non avete sonno e se la luce è alta, provate lo stesso ad andare a letto secondo i ritmi che avete sempre avuto, anche se cambia l’ora. Pensate alla vostra schiena per non passare una estate a suon di Voltaren!

admin

x

Guarda anche

Pediatria: nel primo anno di vita 4 fasi cruciali per la salute dei bambini

Sono quattro i periodi che mettono le basi della salute e della vita di un ...

Condividi con un amico