Home » Benessere » Meningite in Toscana: colpito un giovane che lavora in banca

Meningite in Toscana: colpito un giovane che lavora in banca

Sono stati i vicini a salvarlo. Lui, 27 anni, professione bancario assegnato temporaneamente a Empoli, giaceva privo di sensi sul letto, febbre altissima, sintomi della meningite in atto. Per fortuna questi amici attenti si sono insospettiti dato il lungo silenzio del vicino, altrimenti forse si sarebbe arrivati troppo tardi. Il ragazzo infatti non aveva parenti in città e nessuno che si prendesse cura di lui. La malattia lo ha colto nella solitudine del suo alloggio in affitto da single…

Oggi è in Rianimazione e si spera di riuscire a curarlo, ma la paura ora si estende ai colleghi di lavoro, agli amici, alle persone che hanno avuto contatti con lui. Come il giovane bancario sono in condizioni gravi altri pazienti sempre tra Toscana ed Emilia. La meningite sta allungando i contagi un po’ ovunque in queste zone d’Italia e i risvolti negativi si sono già fatti sentire nelle due giornate di Pasqua e Pasquetta con un drastico calo del turismo.
A questo punto la regione Toscana tuona: “vaccinazione obbligatoria per tutti”. Prima si era deciso di farlo solo per i giovani, quindi si era estesa ai bambini, lasciando fuori gli anziani e le persone di passaggio. Ma adesso bisogna fare un lavoro capillare, includere tutti nella cura preventiva che salva vite umane. Il problema forse rimane la distribuzione delle dosi di vaccino che non è ancora abbastanza per tutti.

admin

x

Guarda anche

Simil-influenza mette a letto 100mila italiani

Sono almeno 100mila gli italiani alle prese con una sindrome simil-influenzale. Le temperature insolitamente alte ...

Condividi con un amico