Home » Benessere » Gli infermieri oggi sono “dottori”. In tutti i sensi

Gli infermieri oggi sono “dottori”. In tutti i sensi

Di recente, un medico anziano in servizio presso una casa di cura si è trovato in confusione davanti alla ricerca di un certo “dottore”. Lui pensava di trovarsi davanti un collega invece gli hanno presentato il capo infermiere. E’ vero che ormai l’infermiere esce dalla specializzazione con una laurea a tutti gli effetti, e il titolo di “dottore” gli spetta… ma la tendenza generale è quella di fare anche il lavoro dei medici. Cosa che ovviamente disturba parecchio chi invece ha faticato sei, otto o dieci anni per ottenere quel titolo specifico!

Intanto è la realtà dei fatti: l’infermiere italiano sta cambiando, sta prendendo piede. Non è più solo l’addetto ai “pappagalli” o alla medicina alle ore stabilite, è una persona che può svolgere diversi compiti anche più importanti. Attenzione però a non confondere le competenze che restano diverse. Ma alcuni infermieri sembrano non volerlo capire e così i medici, come quelli dell’Ordine di Bologna, che hanno deciso la sospensione di certi colleghi dal servizio per aver “approvato linee guida che prevedono appunto le ambulanze gestite solo da infermieri”.

Per quanto competente e bravo sia un infermiere, elevarlo alla gestione dell’ambulanza in solitaria, eseguendo compiti che spettano invece al medico è un rischio per la persona che viene soccorsa. Lo scontro è scoppiato violento, con gli infermieri che difendono le proprie abilità e i medici che insistono nella loro non-completezza. L’ambulanza gestita solo da infermieri però è una realtà che esiste anche in altre regioni italiane, di per sé non ha mai dato grossi problemi. Ma se gli infermieri si prendono competenze che non hanno occorre fargli “calare la testa”. L’infermiere può certamente soccorrere, curare, anche eseguire piccoli interventi d’emergenza ma non può né deve diagnosticare o prescrivere. Eppure alcuni pretendono di farlo. Da tempo è ferma allo Stato-Regioni una norma che prevede l’avvio di specializzazioni universitarie per gli infermieri. E se ancora non è passata il motivo c’è … e va cercato nella paura dei medici di essere prevaricati.

admin

x

Guarda anche

Simil-influenza mette a letto 100mila italiani

Sono almeno 100mila gli italiani alle prese con una sindrome simil-influenzale. Le temperature insolitamente alte ...

Condividi con un amico