Home » Benessere » Arriva il “nervo artificiale”

Arriva il “nervo artificiale”

Dall’Università di Oxford in Inghilterra arriva il primo tessuto organico creato artificialmente ma perfettamente in grado di sostituire quello reale dei nervi. Un nervo “finto” che tanto finto non è dato che può anche trasmettere un vero impulso elettrico favorendo la comunicazione cervello-corpo. Lo si deve al genio dei ricercatori del professor Hagan Bayley se questa potrebbe diventare la scoperta del secolo.

Ma cosa sono esattamente questi nervi artificiali? Delle microgocce che contengono proteine, DNA e acidi grassi ricoperti da un unico strato di lipidi, il tutto progettato e creato con la stampa 3D e diversin materiali artificiali ma biocompatibili, tipici per l’uso clinico. Una volta ottenute le goccine, queste si assembrano in modo da formare dei cumuli simili alle cellule umane. La luce poi attiva il DNA e induce la produzione della membrana, porosa quanto basta per permettere il passaggio delle molecole e dei segnali elettrici. Se la luce viene spenta, tutto si ferma di colpo.
Finora dunque si è visto che funziona, sebbene limitato da un meccanismo artificiale. Si deve ora studiare il modo di far funzionare questo insieme anche con gli impulsi emanati dal corpo umano. Tra loro, le cellule artificiali comunicano benissimo. Sapranno farlo anche con cellule vere e proprie? Gli scienziati sperano di sì… nell’arco dei prossimi cinque anni.

admin

x

Guarda anche

Tra i giovani allarme per fumo, alcol e sesso non protetto

Allarme tra i giovanissimi per i rischi legati a fumo, alcol e sesso non protetto. ...

Condividi con un amico