Home » Benessere » Acne: con meno zuccheri pelle più sana

Acne: con meno zuccheri pelle più sana

Bisogna assumere meno zuccheri, se si vuole combattere a monte l’acne, cruccio di circa il 79% dei ragazzi. L’alimentazione corretta gioca un ruolo importante: “Esiste una correlazione diretta tra acne e resistenza all’insulina – spiega Gabriella Fabbrocini, associato di dermatologia dell’Università di Napoli Federico II, nella relazione tenuta nei giorni scorsi al Corso Skineco “Acne bye bye” -. In un recente studio pubblicato sulla rivista Clinical and Experimental Dermatology’ e condotto sotto la supervisione di Giuseppe Monfrecola, direttore della Scuola di specializzazione di dermatologia della Federico II, abbiamo scoperto che il 35% di maschi con acne e senza problemi di diabete mostrava una alterazione del profilo glicemico con resistenza all’insulina”. Se il regime dietetico è a basso contenuto di zuccheri, spiega l’esperta, si va incontro a un miglioramento significativo dello stato delle lesioni acneiche in un periodo di 6 mesi.

L’associazione tra insulino-resistenza e acne era già nota nelle pazienti con ovaio policistico, mentre era stata poco indagata nei soggetti di sesso maschile. “Se dovessimo stilare una dieta specifica contro l’acne, dovremmo quindi ripetere per filo e per segno i principi base di una sana alimentazione – prosegue Fabbrocini -. È importante contrapporre a un basso apporto di carboidrati raffinati le giuste quantità di grassi, proteine, glucidi complessi e soprattutto fibre, sali minerali e vitamine, riscoprire il pesce e i legumi in almeno un paio di occasioni settimanali, limitare il sale e gli alcolici, e aumentare nel contempo l’apporto di alimenti vegetali arrivando a consumarne almeno 4-5 porzioni al giorno”.  Per favorire la remissione della patologia – perché interrompono il circolo vizioso dell’infiammazione – ampio spazio dunque a centrifughe e succhi freschi a base di frutta a colazione, inserendo il più possibile alimenti arancioni e rossi, yogurt e cereali integrali, pesce e alimenti ricchi di omega 3, noci e mandorle.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché i giovani italiani cominciano a bere a 10 anni

I giovanissimi italiani bevono di meno, nel senso che sta lentamente passando di moda l’idea ...

Condividi con un amico