Home » Benessere » “Avevamo sbagliato, non ha il cancro” ma dovranno risarcire il danno psicologico

“Avevamo sbagliato, non ha il cancro” ma dovranno risarcire il danno psicologico

Succedeva a Palermo lo scorso autunno, è successo di nuovo un mese fa, stavolta a Milano. Tumori diagnosticati per errore, o per distrazione, o per poca competenza dai medici e che stravolgono la vita di persone perfettamente sane. Un tipo di “malasanità” al contrario, che invece di ignorare i sintomi li esalta al punto da fare diagnosi terribili ma inesistenti. E pure questa si paga salato… non fosse altro che per il danno psicologico.

Una diagnosi di tumore ferma la vita. Anche se è curabile, anche se alla fine si risolve tutto, per chi riceve la botta in faccia sono giorni e notti di pianto e di angoscia. Una tortura psicologica che in soldi vale almeno 6.100 euro (nel caso di Milano) per il tribunale, perché tanto ci vuole per risarcire la paura di trenta giorni di inutile preoccupazione per un tumore che alla fine non esisteva proprio. Il paziente si era già fatto controllare da un altro ospedale, ricevendo la diagnosi giusta (displasia, e non adenocarcinoma!) per cui nel frattempo le sue paure si erano dissolte, ma il trauma era ancora presente nel ricordo.

E poco importa che il primo livello di giudizio avesse annullato tutto con un “alla fine non ci fu danno fisico”, la famiglia dell’uomo è andata avanti perché il trauma psichico vale altrettanto. In appello, infatti, arriva l’ordine di risarcimento. Più grave era stato il caso della signora palermitana che era stata data per “malata terminale” a causa di un disturbo ai reni classificato come tumore maligno. La donna aveva perfino redatto il proprio testamento. Una volta giunte le scuse del medico per l’errore commesso, il dramma emotivo era troppo devastante, troppo alto. E alto è stato anche il risarcimento: 22.000 euro! E non ci dovrebbero essere discussioni!

admin

x

Guarda anche

Tra i giovani allarme per fumo, alcol e sesso non protetto

Allarme tra i giovanissimi per i rischi legati a fumo, alcol e sesso non protetto. ...

Condividi con un amico