Home » Benessere » Attenzione! Pesce velenoso nei nostri mari

Attenzione! Pesce velenoso nei nostri mari

Il pesce palla maculato non è originario del Mediterraneo. E’ un “immigrato” arrivato una decina di anni fa alla ricerca di nuove acque calde da esplorare. Probabilmente entrato al seguito di altre specie in fuga dagli oceani, si è ben ambientato e ora vive lungo le coste di mezza Europa. Il problema è che è molto velenoso e se non viene riconosciuto in tempo finisce sul nostro piatto… e noi in ospedale!

L’ultimo esemplare pescato in Italia è finito nelle reti di pescatori calabresi, si tratta della specie “Lagocephalus sceleratus” e per fortuna è stato prontamente riconosciuto e segnalato allo ISPRA. L’Istituto Superiore Per la Ricerca e Ambientale aveva già lanciato una campagna informativa sui pesci palla, nuovi abitanti del Mediterraneo, la cui carne è di fatto molto buona ma bisogna cucinarla con metodi particolari e con grande esperienza altrimenti trattiene sostanze tossiche che possono anche uccidere.
Si contano già numerose cronache di intossicazioni gravi in Grecia, Cipro e Turchia. Altri casi hanno riguardato l’Egitto e Israele. Per qualsiasi informazione, anche su come riconoscerlo, da vivo e da morto, su come trattarlo e se sia il caso o meno di cucinarlo, contattate lo ISPRA alla email: pescepalla@isprambiente.it. Intanto, se vi capita di vederlo in mare capirete subito che è un pesce palla dalla forma rotondeggiante, dalla quasi totale assenza di squame e soprattutto dalle macchioline che segnano la sua pelle “maculata” appunto. Lo ISPRA sta cercando di capire quali sono le zone dove il pesce è più presente quindi ogni segnalazione, anche da parte dei sub, è molto preziosa.

admin

x

Guarda anche

Malattie respiratorie sempre più diffuse: ecco regole di prevenzione

Malattie respiratorie sempre più diffuse tra i bambini. Ogni anno il 30 per cento dei ...

Condividi con un amico