Home » Benessere » Stimolatore anti Parkinson nel cervello, e l’istruttore torna a sciare

Stimolatore anti Parkinson nel cervello, e l’istruttore torna a sciare

Sedici anni. Tanto è durato il dramma di Andrea, un giovane istruttore di sci che a soli 29 anni sente il primissimo sintomo del morbo di Parkinson. Una malattia, questa, che ormai colpisce sempre più anche i giovani e lui ne è stato un esempio. Il corpo comincia a non rispondere più agli ordini del cervello, il tremito agli arti diventa man mano impossibile da gestire e con esso tutta una serie pesante di altri sintomi che invalidano la vita.

Finché un giorno, nell’ambito di una sperimentazione presso l’ospedale “Le Molinette” di Torino, Andrea diventa uno dei 250 casi di Parkinson sottoposti a impianto di pacemaker nel cervello. Una operazione strana, che avviene a paziente sveglio, perché il cervello non ha sensibilità e non dà dolore se viene toccato. Andrea ha trascorso sette ore sveglio sotto i ferri, ascoltando musica e chiacchierando con i medici intorno! Alla fine di tutto, nel suo cervello c’era un dispositivo in grado di trasmettere gli stimoli elettrici interrotti dalla malattia.

La vita è cambiata in un secondo. Andrea, che oggi ha 45 anni, è tornato a governare il proprio corpo ed è tornato a lavorare. Non è guarito, perché dal Parkinson non si guarisce ancora, ma i sintomi sono tutti allentati e sono sotto controllo. Deve prendere molte medicine ogni giorno, ma in cambio ha riavuto indietro le sue passeggiate in montagna, i suoi sci, i giochi con i figli. La nuova tecnica terapeutica si chiama “stimolazione cerebrale profonda”, deve essere attuata su pazienti non troppo anziani (meno di 70 anni) e con uno stadio di malattia avanzato. Nella media, la ripresa di una vita pressoché normale avviene al 60%, contando le persone che ottengono miglioramenti minimi e quelle che migliorano anche fino all’80%. E in attesa di una cura vera, convivere col Parkinson senza soffrire è già una vittoria.

admin

x

Guarda anche

A Palermo, intervento oncologico unico al mondo

L’eccellenza dello ISMETT di Palermo fa ancora sentire la propria voce. Intervento unico al mondo: ...

Condividi con un amico