Home » Benessere » Donna milanese muore in ospedale insieme ai suoi gemelli

Donna milanese muore in ospedale insieme ai suoi gemelli

In Italia muoiono di parto 50 donne ogni anno. Un dato bassissimo se confrontato col resto del mondo, ma ancora troppo alto per un Paese della civile Europa. E di solito si dà la colpa ai medici e alle disattenzioni ma nel caso di Claudia, la donna morta a Milano insieme ai gemelli di cui era incinta, si parla di altro. Figlia di un ricercatore universitario, Claudia era ben seguita e nonostante la fecondazione assistita seguiva i controlli scrupolosamente proprio perché invogliata dalla famiglia.

Cosa sia successo nelle ultime settimane non è ancora chiaro. I disturbi che accusava sono stati valutati in tre ospedali diversi, ma nessuno ha capito di cosa si trattasse. La donna è morta in un modo terribile, con dolori atroci e vomitando sangue… cosa che pare escludere una minaccia di aborto, dunque. L’ipotesi più attendibile è che sia sopraggiunta una emorragia allo stomaco, ma la causa è tutta da studiare. Colpa dei medicinali? Colpa di qualche reazione combinata? Oltre al dramma di una mamma che muore insieme ai bimbi che porta in grembo, c’è quello del mondo medico che non capisce in tempo cosa sta succedendo.

Claudia era stata al San Raffaele, a Busto Arsizio e infine alla Clinica Mangiagalli, tra l’altro famosa per la cura che si prende delle partorienti. Come mai in nessuno di questi ospedali specializzati dell’ottimo nord nessuno ha capito cosa stava uccidendo la donna? Purtroppo si tratta di casi rari che possono sorprendere e trarre in inganno anche il migliore dei medici, a conferma -per l’ennesima volta- che non sempre è malasanità, che non sempre “il sud non funziona ma il nord invece sì”. Si tratta di eventi che non si possono prevedere e che vengono risolti, spesso, con tanta fortuna al fianco della competenza. Rimane un dramma familiare che nessuno vorrebbe mai provare e che ha segnato per sempre i parenti.

admin

x

Guarda anche

Malattie respiratorie sempre più diffuse: ecco regole di prevenzione

Malattie respiratorie sempre più diffuse tra i bambini. Ogni anno il 30 per cento dei ...

Condividi con un amico