Home » Benessere » L’Emilia Romagna contro la fuga dai vaccini: ora saranno obbligatori

L’Emilia Romagna contro la fuga dai vaccini: ora saranno obbligatori

La regione Emilia Romagna decide di iniziare la propria battaglia personale contro la sempre più diffusa ignoranza che vede tanti genitori RIFIUTARE i vaccini per i propri figli. Genitori spesso disinformati, spaventati e soprattutto poco disposti ad ascoltare i medici e gli esperti. Ma questi bimbi non vaccinati poi diffondono epidemie anche gravi, come morbillo e varicella, che quando attaccano in certi casi possono pure essere mortali.

In Emilia Romagna non trovano giusto mettere in pericolo la vita di migliaia di persone per la convinzione sbagliata di poche decine. E così la proposta shock: rendere il vaccino obbligatorio per ogni bambino, prima che venga iscritto all’asilo. “Nel momento in cui il bimbo viene inserito in un ambiente confinato promiscuo, con coetanei a rischio è importante che ci sia un effetto ‘gregge'”., dicono pensando alla Toscana e alla sua lotta contro la meningite. Proprio in Toscana è successo che alcuni genitori ritirassero i figli da scuola perchè nessuno in classe era vaccinato.

Il dibattito comunque è positivo, perchè più si parla di un fenomeno più si informa. I pareri pro o contro i vaccini ci saranno sempre, ma l’obbligo della vaccinazione toglie anche un po’ di responsabilità ai genitori trasferendole tutte sulle istituzioni. Ma è l’unico modo per proteggere una popolazione intera da focolai di contagio provenienti da due o tre soggetti. L’errore nella disinformazione sui vaccini deriva dall’esaltare ai massimi livelli casi eccezionali (le malattie o la morte per vaccino riguardano forse un soggetto su un milione) minimizzando invece i tanti danni e le morti che possono derivare da malattie contagiose non protette, e che in quel caso possono rovinare decine di migliaia di persone… .

admin

x

Guarda anche

Si testa anche in Italia la prima cura contro la SMA

Si farà in Italia la sperimentazione della prima terapia al mondo per il trattamento dei ...

Condividi con un amico