Home » Benessere » Ginnastica della mente per sopportare meglio la chemio

Ginnastica della mente per sopportare meglio la chemio

Ci sono casi in cui il trattamento di chemioterapia può lasciare nel tempo effetti collaterali di tipo cognitivo, come problemi di memoria, di attenzione e di umore. Per affrontare meglio questi cambiamenti, spesso inevitabili, esistono dei metodi legati alla “ginnastica mentale” come riporta uno studio pubblicato da poco sulla rivista CANCER.

Le chemioterapie sono cure basate su farmaci altamente tossici che da un lato uccidono il tumore e dall’altro lasciano strascichi non indifferenti addosso. Gli strascichi sul cervello sono legati appunto all’accumulo e allo smaltimento di quelle tossine, con questi problemi cognitivi, che però si possono contrastare come si fa al Eastern Maine Medical Center e al Lafayette Family Cancer Center negli Stati Uniti. Qui, alcune persone (47) sopravvissute al cancro alla mammella sono state sottoposte a sedute di “ginnastica cognitiva” più o meno quattro o cinque anni dopo la guarigione dal tumore. Ogni seduta durava dai 30 ai 45 minuti e si è andati avanti per 2 mesi.

I risultati sono stati abbastanza soddisfacenti, sebbene esistano numerose lacune ancora da colmare, prima su tutte il campione davvero esiguo di persone analizzate. Eppure se in futuro, su più persone, i risultati fossero in media gli stessi si potrebbe tranquillamente dire che la “ginnastica cognitiva” è la soluzione. Questa ginnastica consiste nell’affrontare compiti di ragionamento, di soluzione dei problemi, anche giochi come quelli enigmistici, tutte azioni che stimolino il cervello alle proprie funzioni. Lavorando, il cervello si ossigena e ossigenandosi smaltisce prima i veleni. C’è anche un risvolto positivo sulle diagnosi. Con un cervello più attivo è attivo e sano anche il corpo.

admin

x

Guarda anche

Ecco il cerotto “salvasesso”

Il sesso dopo gli “anta” … un problema, e non solo per lei, che andando ...

Condividi con un amico