Home » Benessere » Pericolo morbillo: arriva dai Rom, ma noi italiani….

Pericolo morbillo: arriva dai Rom, ma noi italiani….

I giornali razzisti hanno subito lanciato alto il loro grido di condanna. Sono loro, gli zingari, i Rom, gli stranieri a portare la malattia e anche la morte in Italia. La Lombardia e l’Emilia Romagna sono ad alto rischio morbillo perché la malattia viene diffusa dai tanti contagi che si contano in questi accampamenti.

A Milano sono stati 43 i casi segnalati nei tre campi ufficiali, per quanto riguarda l’Emilia Romagna invece i casi erano 17 a Parma e 7 a Piacenza. I soggetti contagiati hanno età comprese tra 5 mesi e 29 anni, ma sempre più adulti accusano gli stessi sintomi. Nel corso del 2015 l’incidenza di morbillo è stata altissima tra i Rom e considerato che tanti loro bambini vanno a scuola o frequentano gli oratori italiani, o vanno a chiedere l’elemosina con le madri, si teme che la situazione possa essere anche peggiore nel 2016.

Il problema dei Rom è che non si vaccinano. Solo una persona su 40 risulta protetta dalle malattie esantematiche. E se qualcuno, leggendo questo articolo, sta già pensando a far piazza pulita degli “untori” si ricordi che non è solo colpa loro se siamo tutti in pericolo. Se il morbillo viene dai Rom, gli italiani si ammalano perché nemmeno loro si vaccinano. Noi italiani siamo contro i vaccini, crediamo a tutte le fandonie che si leggono per demonizzare questi farmaci che invece salvano la vita e così rifiutiamo di vaccinare i nostri figli e li esponiamo a questo rischio. La colpa è dei Rom? Al 50%. L’altro 50% è unicamente colpa nostra.

admin

x

Guarda anche

Simil-influenza mette a letto 100mila italiani

Sono almeno 100mila gli italiani alle prese con una sindrome simil-influenzale. Le temperature insolitamente alte ...

Condividi con un amico