Home » Benessere » Come mangiar bene a Natale se siete diabetici

Come mangiar bene a Natale se siete diabetici

Il diabete è una malattia in forte espansione. Legata non soltanto all’ereditarietà, insorge anche per motivi esterni, per eccessi di cibo e di vita sedentaria. Chi ne soffre da sempre sa già come comportarsi, davanti a una tavola imbandita, ma chi sta imparando da poco a conviverci potrebbe vivere con ansia e nervosismo le Feste che si stanno avvicinando. Ma non c’è motivo di star male, perché il diabete è controllabile e seguendo alcuni consigli ben precisi potrete anche voi vivere il vostro pranzo di Natale o cenone di Capodanno senza eccessive privazioni. Questi consigli, inoltre, possono risultare utili anche a chi non è diabetico ma rischia di diventarlo, diciamo che sono un facile invito a una sana moderazione.

Dalla colazione al dolce: ecco come mangiare

Contrariamente a quanto molti credono, saltare la colazione non è per niente sano. Bisogna anzi mangiare di più proprio a inizio giornata, consumando proteine, cereali integrali, frutta, yoghurt e anche la famosa frutta secca che è tipica di questi giorni festivi. Questo pasto riuscirà a frenare la fame fino al pranzo che -anche se avete invitati a casa- dovrete far coincidere possibilmente con l’orario di tutti i giorni. I cambiamenti sono dannosi per chi ha il diabete. Il pranzo sarà ricco e non per forza con alimenti adatti a un diabetico. La soluzione per “sopravvivere” è mangiare selezionando attentamente e una volta scelto cosa mangiare, masticare a lungo e con calma. E’ festa, nessuno vi metterà fretta! Una volta tanto, potete anche assaggiare le pietanze più grasse, purché in dosi piccole. Non esagerate con i carboidrati e gli zuccheri. Niente bevande gassate o zuccherate, pochissimo vino.

E i dolci? Punto dolente per molte persone diabetiche. Eppure anche la più rigida dieta medica consente qualche “sgarro” ogni tanto per cui il dessert potete godervelo anche voi, purché in dosi piccole e scegliendolo tra quelli che contengono meno zuccheri. A proposito, i dolci fatti in casa… da mogli, mamme e nonne… sono sicuramente meno dannosi di quelli comprati in pasticceria. Per il resto, un diabetico sa come comportarsi. Sa che deve controllare la glicemia più spesso, durante le Feste, e che per evitare accumuli di grasso deve muoversi parecchio. Ecco, durante i lunghi interminabili “pomeridiani” pranzi delle Feste, fate in modo di sgranchirvi le gambe tra una portata e l’altra, anche misurando il corridoio a piedi o salendo le scale in mansarda e ritorno. Inutile dire, infine, che i farmaci per le emergenze devono stare sempre a portata di mano.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico