Home » Benessere » Un sito per incoraggiarvi a vaccinare i figli

Un sito per incoraggiarvi a vaccinare i figli

L’influenza ha già messo a letto mezzo milione di italiani e saranno 5 milioni prima che arrivi la primavera. La vaccinazione, però, sta rendendo l’epidemia meno diffusa di quanto non si pensasse all’inizio. Vaccinazione che quest’anno sta andando meglio di altri anni, ma restando sempre sotto cifre di normalità, perché la gente -in particolare le giovani madri- non si fida ancora. E non solo non si fidano dei vaccini anti influenzali, ma nemmeno dei vaccini contro le malattie esantematiche (nonostante il ritorno pericoloso del morbillo) e forse soltanto l’allarme meningite sta spingendo qualcuno ad avvicinarsi alla cultura del vaccino.

Paura del vaccino

Un sondaggio condotto di recente sul territorio nazionale ha confermato che il  45% del campione di 800 madri scelte a caso teme i vaccini. Non tanto per il composto chimico in sé quanto per le statistiche, per quell’1% di imprevisto che potrebbe lasciare danni addosso al bambino o peggio. Un per cento significa a volte un caso su un milione, sempre ammesso che si verifichi. E’ come se si rinunciasse a mandare i figli a scuola per la paura di quel rarissimo caso in cui si possa aprire il pavimento della classe e inghiottirlo! Eppure i figli li si manda lo stesso a lezione, anche in scuole fatiscenti. Perché non si ha la stessa fiducia e lo stesso ottimismo per un’arma come il vaccino, che salva milioni di vite umane? La scarsa informazione, o meglio l’informazione sbagliata che viaggia sul web, è la prima causa.

Un sito per dare fiducia

Come convincere allora questo 45% di madri preoccupate, di cui il 16% del tutto contrarie al vaccino e il 26% possibiliste?  In Lombardia per esempio sta per partire il sito web «Wikivaccini.com» che funzionerà insieme a una applicazione per cellulare che mette le persone direttamente in contatto con un medico esperto in ogni momento. A ciò si affiancheranno opuscoli, libretti e anche riunioni ed eventi in favore della vaccinazione. Si potrebbe anche obbligare le persone a vaccinare i figli per legge, ma prima di arrivare a questi estremi si tenterà di far capire che la paura di una possibilità talmente remota non può e non deve mettere a rischio una intera vita. Chi non si vaccina (i bambini in particolare) sono a rischio ogni giorno, quando escono di casa, quando giocano, quando studiano in classe. Il morbillo, la varicella e in certi casi particolari anche una conseguenza dell’influenza uccidono come la meningite.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ecco il “manuale per l’uso” degli antibiotici

Gli antibiotici sono stati la salvezza del genere umano, da quando sono stati introdotti nelle ...

Condividi con un amico