Home » Benessere » Come sistemare l’alluce valgo

Come sistemare l’alluce valgo

L’alluce valgo -che volgarmente viene chiamato “la cipolla”- è una deformazione della base del primo dito del piede a causa della  adduzione e rotazione in varo del primo osso metatarsale. Ne soffrono più le donne che gli uomini, forse a causa delle scarpe con i tacchi, o comunque scarpe spesso strette in punta, e nasce proprio per l’uso naturale che si fa del piede, ovvero camminando! Il problema è che una volta insorto il problema influenza e danneggia i tessuti molli rendendo la camminata una vera tortura. Spesso comunque viene in modo asintomatico e comincia a far male solo molto tempo dopo, portando dolore, gonfiore, arrossamento. In certi casi, l’ereditarietà favorisce la formazione dell’alluce valgo, ma non è strettamente legato a un fattore genetico.

Le cause e la soluzione

L’alluce valgo sorge con più frequenza in soggetti che hanno il difetto del “piede piatto” ma anche in persone che stanno sviluppando o hanno sviluppato l’artrite reumatoide. Ma un po’ tutti siamo a rischio, soprattutto se usiamo molto i piedi per lavoro o per situazioni varie della vita. L’alluce valgo si cura ricorrendo a un unico mezzo: la chirurgia. Si deve incidere prima di tutto la bolla di siero che si forma sul lato dell’alluce (la famosa “cipolla”) ma questo non elimina il problema, solo un sintomo doloroso. Ci vuole il bisturi soprattutto per evitare che si riformi e ciò avviene con tre tipi di operazione diversa: osteotomia correttiva con una piccola incisione per il riallineamento dell’alluce; un intervento più invasivo con l’inserimento di viti speciali; la via percutanea dove il chirurgo inserisce gli strumenti che gli permettono di tagliare l’osso o fresarlo attraverso minuscoli fori. Dopo l’operazione, qualunque essa sia, la persona deve tenere il piede a riposo totale per almeno un mese e per un altro mese successivo deve camminare con la stampella. La fisioterapia aiuta ma non è necessaria. Tutte queste operazioni si svolgono in “day hospital” ovvero senza ricovero e con possibilità di andar via in giornata.

La prevenzione

Per evitare tutto questo, avete un solo mezzo: la prevenzione. Come si previene l’alluce valgo? Usando -anche col piede sano- dei plantari per piedi piatti, scarpe con tacco basso (mai più di 4 centimetri) e soprattutto consultando un medico specialista come il podologo. Esistono anche creme particolari per rendere i tessuti elastici e evitare che un eccessivo affaticamento porti alle deviazioni meccaniche che poi si trasformano in alluce valgo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Smagliature come opere d’arte su Instagram

Le smagliature diventano un’opera d’arte su Instagram. Sul profilo social dell’artista Sara Shakeel si possono ...

Condividi con un amico