Home » Benessere » Cellule staminali. Ora saranno anche sintetiche

Cellule staminali. Ora saranno anche sintetiche

Cellule staminali sintetiche. Il futuro assoluto della scienza passa dai laboratori della North Carolina State University dove i prototipi sono stati realizzati. I primissimi test sono stati positivi, e così quelli condotti sugli animali (topi in particolare) al punto che adesso si parla anche di sperimentarne gli effetti sull’uomo. Le cellule staminali sono quelle cellule che si possono riprogrammare per produrre tessuti, parti di organi e altri elementi biologici, in quanto sono le cellule che tutti noi abbiamo in fase fetale e che ci permettono di svilupparci nel ventre materno. Il problema di usarle anche per curare malattie è stato un dilemma etico lungo 30 anni, perché inizialmente si dovevano reperire da aborti o si temeva potessero alterare la forma stessa dell’organismo. Oggi si è andati molto avanti.

Staminali sintetiche che riparano il cuore

Sui topi le staminali sintetiche messe a punto negli Stati Uniti hanno riparato con successo e con zero effetti collaterali i danni da infarto, ottenendo gli stessi risultati che erano stati ottenuti in vitro. A differenza delle staminali naturali, queste non hanno un nucleo, nè un DNA per cui non possono scatenare una suddivisione che porterebbe a un tumore (uno dei rischi sotto studio nell’uso delle staminali), attuando però gli stessi benefici. Si tratta in realtà di veicoli che portano a destinazione il materiale genetico per creare il tessuto mancante, laddove invece le staminali naturali erano esse stesse materiale.

Come ottenerle

Questo nuovo tipo di cellule sintetiche non necessitano più di un essere umano come “sorgente”, per cui non devono derivare dai tessuti del paziente né da un feto; si fabbricano in laboratorio con materiale biologico creato in loco e sono molto più resistenti, per cui si conservano meglio e si possono usare a lungo nel tempo. Inoltre, il processo di fabbricazione è uno solo per tutti i tipi di cellula staminale che possano servire. Eliminando il rischio di scadenza biologica, di tumore e di danni collaterali davvero si potranno usare per studiare e curare ogni tipo di malattia.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini sin dai primi mesi. A ...

Condividi con un amico