Home » Benessere » Come godersi la montagna anche se si soffre di cuore

Come godersi la montagna anche se si soffre di cuore

Quando fa molto freddo, il nostro corpo tende a conservare il più possibile il calore interno. Lo fa restringendo vene e arterie in modo che il sangue circoli più lentamente e se questo è un bene per l’organismo diventa, però, una fatica in eccesso per il cuore che deve pompare di più per spingere la circolazione. Se per le persone sane questo è già uno sforzo considerevole, per chi è malato di cuore può diventare un pericolo. Per questo, spesso, si sconsigliano le vacanze in montagna ai cardiopatici, in particolare d’inverno. La montagna, per quanto bella ed emozionante, per certe persone può essere anche mortale.

Quando il cuore non sopporta il freddo

Se i vasi sanguigni sono già malandati a causa di accumulo di grasso, di ipertensione, di ispessimento delle pareti o di altre patologie cardio-circolatorie, un drastico aumento del freddo potrebbe peggiorare la situazione e causare attacchi, anche gravi, dai quali ci si deve difendere assolutamente. Perché la vacanza in montagna si può godere anche quando si soffre di cuore se si sa come fare. Nel 2010, uno studio inglese ha dimostrato che il troppo freddo può causare attacchi cardiaci anche alle persone sane, se non adeguatamente abituate, al punto che ogni 1,8 gradi in meno si hanno circa 200 ricoveri in più per problemi cardiaci. Lo stesso rischio si corre per gli ictus.

Vacanze serene in montagna

Per fare vacanze serene in montagna anche con problemi cardiaci, l’importante è saper riconoscere i sintomi (dolori al torace, affaticamento, fiato corto, stordimento) e moderare le attività per evitare complicazioni: dunque evitate di  spalare neve, di camminare in salita controvento, mantenete la temperatura del corpo ben calda con adeguato abbigliamento, evitate di fare lunghe camminate subito dopo il pasto o dopo aver bevuto alcolici. Basta seguire i consigli medici, prendere i giusti farmaci (che oggi permettono di fare molte cose) e muoversi con cautela e con saggezza per poter affrontare la vostra settimana bianca in serenità… perfino in alta quota, se volete. (foto Grazia Musumeci)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ecco perché l’aerobica fa bene al cervello

Che il movimento fisico faccia bene lo sappiamo tutti e sappiamo anche che, se non ...

Condividi con un amico