Home » Benessere » Ecco gli orari dei pasti “salva cuore”

Ecco gli orari dei pasti “salva cuore”

Non solo cosa e come mangiare, ma anche quando. La buona alimentazione passa da tre regole ben precise, solo che quasi nessuno pensa mai alla terza. Eppure anche quella, soprattutto quella, è fondamentale per la salute, in particolare per la salute del cuore. La americana Columbia University ci spiega come mai gli orari durante i quali si consumano i pasti sono importanti per salvare il cuore da danni e problemi futuri.

Niente pasti di notte

Già alcuni test su animali avevano dimostrato che se nutriti durante le ore di ozio o di riposo, i ritmi biologici dei  soggetti tendevano ad alterarsi e a riadattarsi in modo sbagliato. Le conseguenze erano aumento di peso e di infiammazioni, ma anche aumento della resistenza all’insulina. E per l’uomo? La prima regola è quella di evitare pasti notturni. Se il corpo è abituato a riposare di notte, il mangiare troppo tardi (dopo le 23) oppure fare spuntini dopo la mezzanotte rischia di compromettere i ritmi naturali e il metabolismo tutto. Di notte il corpo non è “programmato” per digerire, perché di norma rallenta tutte le funzioni e se invece accelera per colpa delle cattive abitudini il cuore ne soffre per primo.

E le ore diurne?

Saltare la colazione è come mettere la firma per una condanna a morte. Il cuore fa fatica a gestire una giornata piena di attività con poche energie dentro, e lo dimostrano i dati: tra le persone che saltano abitualmente la colazione, il rischio di infarto e di altri problemi cardiaci sale del 27% rispetto alla media, e il rischio ictus sale del 18%. Insomma, anche tenendo conto del tipo di organismo e del carattere di ogni persona (l’ansia o la pigrizia, per esempio, sono fattori che hanno un ruolo nell’alimentazione) gli orari giusti per mangiare nel rispetto del nostro cuore sono: la mattina entro le ore 10, il classico pranzo entro le 14, la cena purché non vada oltre le 21. Gli spuntini e le merende vanno bene purché fatti dopo il riposino pomeridiano e non prima.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ricerca: perseveranza si apprende osservando i genitori

La perseveranza si apprende osservando i genitori. A dimostrarlo uno studio effettuato dai ricercatori del ...

Condividi con un amico