Home » Benessere » L’esame anti Hpv al posto del Pap Test entro il 2018

L’esame anti Hpv al posto del Pap Test entro il 2018

Le donne conoscono bene il PAP TEST. O per averlo fatto o per averne sentito parlare nella ormai continua campagna sulla prevenzione dei tumori. Si tratta di un mezzo molto efficace per scoprire in tempo la presenza di cellule cancerose nelle vie genitali e nell’utero. Un esame un po’ invasivo, per molte fastidioso, in quanto il ginecologo deve andare a rilevare un campione di cellule proprio dal canale uterino, tanto che nelle donne vergini e nelle ragazzine non si esegue sempre, sostituito da un meno antipatico “test tampone”. E tuttavia la sua efficacia è indubbia, per cui viene sempre consigliato.

Test Hpv invece del Pap Test

Ma il vecchio caro PAP potrebbe andare “in pensione” molto presto. Forse addirittura entro il 2018, secondo uno studio francese riportato dalla Internationa Agency for Cancer Research. A prendere il posto di questo esame potrebbe essere lo screening preventivo dell’Hpv, contro il Papillomavirus Umano. Si tratta di un esame nuovo, già in uso per le giovanissime e consigliato alle donne di età compresa tra  i 30 anni e i 65 anni. Gradualmente, questo nuovo test verrà offerto a tutte le donne indistintamente, andando appunto a eliminare il Pap Test.

Molto più preciso

Rispetto al Pap, infatti, lo screening anti Hpv riesce a scovare molte più cellule e lesioni pre-cancerose e molto più velocemente. La prevenzione insomma potrebbe avere un largo anticipo, anche di 5 anni, prima dell’evidenza della malattia. Ovviamente il Pap Test rimane come “ultima spiaggia” se si devono accertare delle indagini più specifiche. Per essere precisi, se una donna ha più di una risposta positiva all’Hpv è chiaro che dovrà capire fino a che livello esiste il rischio, e dovrà comunque fare un Pap Test. Ma non sarà più routine, in questo sta il cambiamento. Le modalità di esecuzione sono simili al Pap Test, si  dilata leggermente l’apertura vaginale in modo da favorire il prelievo, tramite un piccolo tampone che raccoglie una piccola quantità di mucosa.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Tranquilli, il sesso non fa male al cuore!

L’arresto cardiaco è la causa delle cosiddette “morti improvvise”. E’ provocato da un forte scompenso ...

Condividi con un amico