Home » Benessere » Italiani longevi e tristi. Aumenta il consumo di antidepressivi

Italiani longevi e tristi. Aumenta il consumo di antidepressivi

In Italia si vive di più, si muore più tardi eppure l’aspettativa di vita sta scendendo, tanto che dal 2015 ad oggi, è calata di 0,2 anni negli uomini e di 0,4 anni nelle donne. Come si concepisce questo paradosso? Rientrano nel calcolo diversi elementi, tra cui anche il numero delle nascite rispetto al numero dei decessi o le cause dei decessi stessi. L’aumento degli antidepressivi fa capire che si muore spesso di malattie legate alla depressione o di suicidio.

Al Sud si vive meglio ma si muore di più

La ricerca di Osservasalute ha fatto il punto anche sulle caratteristiche regionali e anche qui spunta un paradosso. Sebbene al Sud lo stile di vita, il cibo e il clima siano migliori e favoriscano una salute duratura, è proprio qui che la gente muore di più. Rispetto al Nord mancano medicine e strutture adatte per le cure, e mancano i soldi per andare a curarsi altrove. Al Sud si muore di più “prematuramente”, ovvero prima dei 70 anni, con una media di vita di 82 anni contro gli 84 del Nord. Peggio di tutti sta la Campania, mentre  ancora una volta vivono più e meglio di chiunque altro le persone del Trentino.

Più alcolizzati e depressi

Nell’arco di due anni, dal 2015 ad oggi, gli italiani si mantengono un popolo sedentario e obeso, fanno sport ma in modo moderato e la quota degli sportivi veri (non quelli che guardano le partite in TV!) non aumenta dal 2015. Aumentano i consumatori di alcolici, anche giovanissimi, e resiste il popolo dei fumatori nonostante l’introduzione di alternative come la e-cig. Ma il dato importante è quello dell’uso di antidepressivi che non è rimasto stabile ma è invece aumentato con 39 dosi giornaliere per 1000 abitanti. Ma in questo dato rientrano anche elementi generici sulla professione psicanalitica che non sempre indicano per forza un aumento della depressione nella popolazione.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Psicanalisi online: è italiano il record positivo

La psicanalisi si adatta ai tempi moderni e si trasferisce online. Lo fa più per ...

Condividi con un amico