Home » Benessere » Stitichezza, rimedi naturali per ritrovare la regolarità intestinale

Stitichezza, rimedi naturali per ritrovare la regolarità intestinale

Dried Plums

Risolvere il problema della stitichezza in maniera naturale è possibile ricorrendo ad alcuni rimedi che aiutano a ritrovare la regolarità intestinale. È risaputo infatti che per stimolare l’attività dell’intestino è fondamentale il consumo quotidiano di alimenti ricchi di fibre, che facilitano il transito intestinale, e una corretta idratazione. Il consumo di acqua è infatti importante per il buon funzionamento dell’organismo. Per questo si consiglia di berne almeno due litri al giorno anche se non si ha lo stimolo della sete.

Le prugne sono probabilmente il rimedio naturale lassativo più noto, nella loro versione fresca e soprattutto in forma essiccata. Un rimedio naturale contro la stitichezza ed utile per facilitare il transito intestinale consiste poi nel consumare una volta al giorno due cucchiai di semi di lino interi. I semi devono essere accompagnati da un bicchiere di acqua tiepida o a temperatura ambiente.

Altri alimenti che facilitano l’attività intestinale sono i fichi d’India, l’acqua di cocco, i legumi, i cereali, la frutta secca (mandorle, noci e nocciole), le barbabietole e l’aloe vera, il cui succo volge un’azione protettiva nei confronti dell’intestino, normalizza le secrezioni intestinali e può essere d’aiuto in caso di stitichezza.

Oltre a seguire una alimentazione corretta, ricca di acqua e di fibre, l’esercizio fisico svolge un ruolo importante nella cura e nella prevenzione della stitichezza. Secondo gli esperti infatti evitare la vita sedentaria contribuisce a regolarizzare l’attività intestinale e a favorire il corretto funzionamento dell’intestino.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

E’ morto Totò Riina

Chissà, se esiste un altrove, se adesso sta guardando in faccia Falcone, Borsellino, Livatino e ...

Condividi con un amico