Home » Benessere » Allergie in aumento in estate, attenzione a frutti di mare, pesche, vespe e polline d’ambrosia

Allergie in aumento in estate, attenzione a frutti di mare, pesche, vespe e polline d’ambrosia

In estate aumenta il rischio di allergie. Si tratta di un rischio che generalmente viene sottovalutato ma che può rappresentare una seria minaccia alla salute. In particolare, gli esperti della Società Italiana Allergologia e Immunologia (Siaip) mettono in guardia dal rischio di allergia ai .

Tra i primi rischi le punture di api, vespe e calabroni: in Italia 9 persone su 10 vengono punte da un imenottero almeno una volta nella vita e il 5-10% sviluppa una reazione anafilattica. Attenzione anche ai crostacei, come gamberi e scampi, e ai molluschi, come vongole e seppie, che contengono allergeni. Una minaccia alla salute può essere rappresentata dalla frutta e in particolare quella con osso come pesche, albicocche e susine: per evitare rischi vanno consumate sbucciate perché nella buccia si concentrano le sostanze allergizzanti. Attenzione poi a una pianta poco conosciuta, l’ambrosia, che fiorisce in estate, soprattutto vicino strade e ferrovie e nei soggetti allergici può provocare sintomi simili a quelli delle graminacee, come riniti, congiuntiviti e in alcuni casi asma.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

E’ morto Totò Riina

Chissà, se esiste un altrove, se adesso sta guardando in faccia Falcone, Borsellino, Livatino e ...

Condividi con un amico