Home » Benessere » Ecco il gene che “brucia” l’obesità

Ecco il gene che “brucia” l’obesità

E’ italiana la ricerca che potrebbe cambiare per sempre il modo di trattare l’obesità. Dai laboratori dell’Università di Milano, infatti, arriva l’identificazione di un gene particolare in grado di trasformare il grasso in eccesso in energia calda e dunque di bruciare in fretta gli eventuali chili di troppo. Il gene (istone deacetilasi 3, o Hdac3) è un vero e proprio interruttore che, attivato, scatena il tessuto adiposo bianco cioè le riserve di energia del corpo. Chi, per qualche motivo, non avesse questo gene in corpo funzionante va incontro a problemi di peso.

 Attiva i mitocondri

Grazie al lavoro del dottor Maurizio Crestani del Laboratorio Giovanni Galli, insieme alla sua squadra, adesso sappiamo che il metabolismo più o meno attivo dipende dal buon funzionamento di questo gene specifico e che l’obesità potrebbe essere data da un problema legato al suo funzionamento. Il gene Hdac3, infatti, aumenta l’attività dei mitocondri che forniscono energia alle cellule e così facendo costringe il corpo a bruciare zuccheri e grassi per accelerare tale “macchina”. Per questo alcune persone, pur mangiando bene, non ingrassano mai.

Una cura contro l’obesità

L’azione di questo gene sull’attività cellulare, fa sì che i chili di troppo diventino energia calda che ci permette, ad esempio, di sentire meno freddo in inverno o di sentire meno fatica quando ci muoviamo. E’ una condizione tipica degli sportivi, infatti, che allenano il proprio corpo a produrre tale energia continuamente. La scienza potrebbe intervenire su questo gene proprio per cambiare l’approccio curativo verso l’obesità, attivandolo o disattivandolo a seconda della necessità del singolo soggetto. E grazie allo studio del corpo degli sportivi si potranno ottenere ancora più informazioni utili sul funzionamento dell’energia cellulare nel nostro sistema di assimilazione del  grasso.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico