Home » Benessere » Come evitare le gambe gonfie in estate

Come evitare le gambe gonfie in estate

Qualcuno le chiama “gambe a palloncino” aumentando l’orrore nella mente delle donne, che già in estate combattono contro la ritenzione idrica e le vene varicose. Gambe a palloncino fanno pensare a delle estremità grassocce e sformate che proprio nessuno vorrebbe! Il problema è che, volenti o nolenti, il caldo le provoca lo stesso. E allora come possiamo difenderci o evitarle del tutto? E’ un problema di circolazione, principalmente, e proprio da qui si deve partire.

Cominciamo a cambiare alimentazione

Due donne su tre, in estate, vanno incontro a gonfiore, prurito, formicolio, esplosione di micro venuzze il che nell’insieme diventa una gamba gonfia e stressata. Nelle donne succede più che negli uomini a causa della ritenzione idrica che è tipicamente femminile, ma non è detto che i maschi ne siano immuni per questo! Se si è sedentari o pigri, poi, la cosa peggiora oltre ogni limite. Intervenire per evitare il peggio significa innanzi tutto cambiare qualcosa nella nostra alimentazione delle vacanze: meno sale nel cibo, niente alcolici, meno bevande gassate, niente tacchi alti, niente abiti stretti, muoversi di più.

Una nuova terapia indolore

Se siete fumatrici evitate la sigaretta, se vi piace dormire tanto provate a sgarrare qualche giorno e ad alzarvi presto sfruttando il fresco del mattino per fare ginnastica all’aperto. Bevete frutta drenante, come ad esempio l’anguria. Se però tutto questo ancora non funziona, ricorrete a una nuova tecnica chiamata Carbossiterapia. Si tratta di una terapia a base di anidride carbonica che viene iniettata sottopelle. Il gas, così, va a “massaggiare” i vasi sanguigni stimolando la circolazione e il movimento vaso-linfatico che accelera il drenaggio. Le tossine vengono espulse più velocemente e dunque i tessuti non si gonfiano. Le sedute di Carbossiterapia durano poco, non oltre i 40 minuti, sono indolore e prive di effetti collaterali. In cambio, nel giro di due o tre giorni, avrete sensibili miglioramenti della situazione dei vostri arti. 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ginnastica facciale, il “botulino” del futuro

Dimenticate il botulino, la plastica facciale, le decine di creme e cremine antirughe a base ...

Condividi con un amico