Home » Benessere » Ecco i consigli contro la “rabbia da caldo”

Ecco i consigli contro la “rabbia da caldo”

“La mafia uccide solo d’estate” recita un noto film ideato da quel genio di PIF. Ma potremmo citare questo titolo per ricordare che in effetti in estate aumentano gli omicidi -e non solo di mafia!- e i crimini per futili motivi. In estate, basta un callo pestato per scatenare la furia omicida e tutto questo per colpa del caldo e dell’umidità in eccesso che ci sconvolgono il cervello. Il caldo crea nel corpo una situazione di stress costante. Di norma allo stress si sfugge trovando modi per calmarsi e distrarsi, ma al caldo non si può sfuggire e dunque questo senso di oppressione ci perseguita fino a farci perdere la testa.

Il caldo ci stressa

Ma sarebbe troppo facile cullarsi su questa scusa (“vostro onore, il caldo mi ha fatto impazzire!”) perché a tutto c’è rimedio e se si vuole si può correre ai ripari. I disturbi che il caldo attiva in particolare nel nostro cervello sono apatia e depressione, ma anche insonnia, perdita della concentrazione e cattivo umore. Come contrastare tutto questo prima che sfoci in azioni inimmaginabili? Seguendo qualche saggio consiglio, anche quelli saggi ed efficaci degli antichi che, proprio per avere meno mezzi di noi, usavano l’intelligenza per proteggersi dal calore.

Ecco come rimediare

E allora anche noi vogliamo seguirli, a partire dai preziosissimi consigli sul ritmo sonno-veglia: provate a dormire otto o nove ore per notte, anche se andate in spiaggia a ballare! Fate in modo di rispettare un sano riposo anche se il consiglio più valido, pure per i giovani della “movida”, è quello di alzarsi insieme al sole. Cominciare la giornata alle 6, con l’aria fresca e la calma intorno, elimina lo stress. In secondo luogo, mangiate e bevete cibo leggero ma che dia energia (frutta, pesce, granite o sorbetti) bevendo anche qualche integratore ogni tanto. State a contatto con l’acqua più che potete, sia essa mare, lago, torrente di montagna o vasca da bagno! L’acqua tonifica il corpo e dona energia allontanando il caldo. Infine, provate a riposare ogni volta che il corpo ve lo chiede... anche se fossero le quattro di pomeriggio e gli amici vi stessero chiamando dalla spiaggia. Fate un pisolino e raggiungeteli poi! (foto di Grazia Musumeci) 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico