Home » Benessere » L’età giusta per conoscere il sesso? Tredici anni

L’età giusta per conoscere il sesso? Tredici anni

L’Università del Nebraska (USA) ne è davvero convinta. Il primissimo approccio al sesso, negli adolescenti ma soprattutto nei maschi, determina il loro comportamento da adulti e anche il loro diventare imbranati, dolci o violenti e possessivi. Una nuova idea su cui lavorare, partendo per esempio dalle prime esperienze con immagini “porno”. Non sempre però si tratta di pornografia, a volte possono anche essere modelle in biancheria o nudi femminili artistici … il tutto sta come il ragazzino recepisce quello stimolo sessuale.

Il porno scoperto a 13 anni

La ricerca ha studiato la vita di 330 uomini tra i 17 e i 54 anni, quasi tutti bianchi ed eterosessuali, dal loro primo impatto col sesso fino alla loro vita sessuale attiva attuale. In media, il primo “porno” è stato scoperto verso i 13 anni, con picchi massimi di 26 anni e minimi di 5 anni. Nella maggior parte dei casi è stata una scoperta casuale e soltanto in minima parte “forzata” da fratelli maggiori o peggio da adulti. Il questionario, che consisteva in 46 domande, ha poi messo in relazione quella primissima sensazione con il rapporto odierno che gli uomini avevano con le loro compagne.

Chi scopre il sesso tardi lo vive male

Il risultato rivela che l’età giusta per scoprire il sesso è quella naturale dei 12-14 anni. Chi viene in contatto con stimoli sessuali, anche pornografici, a quest’età magari vive l’impatto con imbarazzo e disagio, alcuni anche con “senso di colpa” ma negli anni elabora queste sensazioni e sviluppa un sano rapporto con l’altro sesso. Al contrario, chi “scopre” il sesso tardi … a 20 e più anni… tende a comportarsi come un superficiale donnaiolo, proprio per la sensazione di aver “gustato” qualcosa di buono con ritardo e voler recuperare il più possibile. Sicuramente poi ci sono i comportamenti diversi che si sviluppano a seconda se il primo stimolo è stato solo eccitante o anche pornografico, se è stato casuale o imposto. Il controllo genitoriale anche su queste cose deve essere presente e pronto, per correggere eventualmente un comportamento troppo esaltato o troppo inibito.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

I bambini con l’AIDS e quelli non vaccinati

Il sindaco leghista della ridente cittadina di Vignola (Modena) ha creato scandalo con una frase ...

Condividi con un amico