Home » Benessere » Vaccini: ecco come muoversi prima che inizino le scuole

Vaccini: ecco come muoversi prima che inizino le scuole

Ormai è legge e le proteste non valgono più niente. Una legge che tende a proteggere i nostri figli ma anche noi stessi adulti dalla diffusione di malattie che un tempo si credevano debellate e oggi tornano a far paura. Una legge che protegge da contagi e infezioni anche i bambini soli e indifesi come i migranti minori non accompagnati, che sono sottoposti all’obbligo pur non avendo la cittadinanza italiana. E dato che manca meno di un mese all’inizio delle scuole in quasi tutte le regioni italiane, è bene sapere come muoversi. Lo spiega, prima tra tutte, la Regione Puglia.

Quali vaccini fare e entro quando

Innanzi tutto si ricorda che le vaccinazioni si dividono in OBBLIGATORIE PERMANENTI ( la vaccinazione anti-poliomielitica, la vaccinazione anti-difterica, la vaccinazione anti-tetanica, la vaccinazione anti-epatite B, la vaccinazione anti-pertosse, la vaccinazione anti-Haemophilus Influenzae tipo b ) e OBBLIGATORIE TEMPORANEE (anti-morbillo, la vaccinazione anti-rosolia, la vaccinazione anti-parotite, la vaccinazione anti-varicella), e si ricorda soprattutto che vaccinazione e documentazione idonea vanno fatte entro il 10 settembre (asili e scuola materna) ed entro il 31 ottobre (scuole dell’obbligo).  Se ciò non avviene sarà impossibile iscrivere i bambini all’asilo.

Cosa presentare

Per i bambini della scuola, invece, alcuni cambiamenti sono stati apportati alla legge. La frequenza non sarà vietata ai non vaccinati, ma i genitori pagheranno pesanti sanzioni perché mettono a rischio l’intera scolaresca. Chi ha già vaccinato i figli, dovrà soltanto presentare  il libretto o il certificato delle vaccinazioni oppure un’autocertificazione, resa ai sensi del DPR 445/2000, e avrà tempo per farlo fino al  10 marzo 2018. Se non si presentano tali documenti per quella data, decade l’iscrizione del figlio a scuola. Una certificazione va presentata anche in caso di vaccinazione prenotata e in attesa di essere eseguita e in caso di esonero -per gravi motivi di salute- dalle vaccinazioni d’obbligo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ecco le lettere “pensate” per i dislessici

Sapete cosa sono i “font”? Li usate continuamente sui programmi di scrittura del computer ma ...

Condividi con un amico