Home » Benessere » Come godersi la montagna senza soffrire

Come godersi la montagna senza soffrire

Ci sono persone che in estate, invece del caldo della spiaggia, cercano il fresco. Sono i fedelissimi della montagna che non si fanno scappare le Alpi, gli Appennini e perfino il sicilianissimo Etna né in inverno né nella calda stagione. I prati verdi, i boschi, il profumo di pino, e l’abbronzatura che in alta quota viene pure meglio che in spiaggia, sono irrinunciabili. A meno che … non si soffra di sbalzi di pressione dovuti all’altezza. E in quel caso l’amata montagna diventa nemica. Ma esiste un modo per superare l’ostacolo.

Ci vuole allenamento

La montagna richiede allenamento. Non si può andare a sciare, a fare mountain bike, ma nemmeno a passeggiare ad alta quota se non si hanno muscoli e polmoni allenati. E’ importante saper affrontare certe altezze perché se lo si fa nel modo sbagliato si rischia anche la vita! Più in alto si va più diminuisce la pressione atmosferica pur restando uguale la percentuale di O2. Cuore e polmoni reagiscono in modo immediato al cambiamento aumentando la pressione sanguigna, accelerando il respiro e cercando di irrorare tutte le parti periferiche del corpo in minor tempo. Ciò può causare sconvolgimenti come nausea, vertigini, mal di testa, debolezza. Nei casi più gravi anche vomito, perdita di coscienza e edema cerebrale.

Niente sforzi e niente alcolici

Se si avvertono tali sintomi non ci si dovrebbe avventurare in passeggiate o arrampicate, ma limitarsi a godere del panorama dalla finestra dell’hotel. In tanti però si avventurano anche a rischio della vita. Eppure basta poco per superare il “mal di montagna”: evitare sforzi eccessivi i primi due giorni di vacanza, evitare alcolici ma bere in compenso molta acqua (non gassata), passeggiare a ritmi lenti ma costanti, senza correre né fermarsi troppo lungo il percorso. Se avete allergie, problemi cardiaci o di pressione, o problemi respiratori in generale, prima della vacanza consigliatevi col medico di fiducia sui medicinali da portare e quando prenderli. Ma soprattutto se state pianificando la vacanza in montagna da tempo, durante l’inverno andate in palestra e potenziate muscoli e capacità polmonare, parlando con gli istruttori dei vostri piani in montagna così da fare l’allenamento giusto. Magari, nei weekend di primavera, per abituarvi potete fare qualche breve incursione sopra quota mille.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico