Home » Benessere » Lo sapevate che la ciliegia è un cibo velenoso?

Lo sapevate che la ciliegia è un cibo velenoso?

Lo sapevate che la ciliegia è un cibo velenoso? Magari no, e siete rimasti con il frutto a mezz’aria tra la mano e la bocca, congelati dalla sorpresa. In realtà è una mezza verità, perché la ciliegia in sé non uccide nessuno, ma potrebbe uccidere la cattiva abitudine di alcuni di mangiarla “col nocciolo”. Non solo perché troppi noccioli possono irritare o lesionare l’intestino ma perché il nocciolo della ciliegia contiene acido cianidrico, la base del cianuro, uno dei veleni più potenti al mondo. Mai masticare il nocciolo e mai metterlo in bocca col rischio di scheggiarlo con un dente … meglio eliminarlo prima di mangiare il frutto.

Attenti anche a patate, mandorle e funghi

Ma la ciliegia non è l’unico alimento succulento che nasconde insidie. Sulla nostra tavola passano molti cibi che possono essere potenzialmente mortali. Le patate, per esempio, se troppo acerbe possono ancora contenere una sostanza tossica che provoca vomito e disidratazione (la solanina) per cui meglio comprare patate mature o comunque cuocerle bene senza lasciare alcuna parte cruda. Pericolose, per lo stesso motivo delle ciliegie, sono le mandorle selvatiche che non vanno mai consumate senza cottura  e mai comunque in quantità eccessive. I funghi, naturalmente, sono tanti e molti di essi sono tossici. Per questo è bene conoscerli perfettamente prima di avventurarsi a raccoglierli e cucinarli. Fidatevi invece dei funghi imbustati e provenienti da colture certificate e controllate.

L’importanza della cottura

I fagioli, da cotti, sono innocui e ottimi ma se consumati crudi possono fare un gran danno al corpo. Contengono una sostanza detta fitoemoagglutinina che ostacola l’ossigenazione del sangue e può provocare gravi avvelenamenti. Altri cibi potenzialmente velenosi sono il basilico, che non per niente si usa come “aroma” e non andrebbe mai masticato e ingerito in grandi quantità; la mela, i cui semi contenuti nel torsolo sono velenosi come quelli delle ciliegie; diversi tipi di pesce (il pesce palla, per esempio), che bisogna saper cucinare per bene e nel modo corretto per evitare di finire in ospedale con la lavanda gastrica.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Cannella brucia grassi

Cannella spezia brucia grassi. A descrivere le proprietà della celebre spezia è uno studio dello ...

Condividi con un amico