Home » Benessere » Ecco la migliore arma contro i super batteri: il miele

Ecco la migliore arma contro i super batteri: il miele

Viviamo in un tempo in cui i nostri nemici più acerrimi sono… i batteri. A causa del nostro abuso di medicinali, abbiamo spinto i micro organismi ad assuefarsi, a rinforzarsi e a reagire al punto che ormai le nostre tradizionali cure farmaceutiche non hanno alcun effetto su di essi. Si rischia di tornare a morire per un banale taglietto, nell’era delle cure ultratecnologiche, e il paradosso è che in tutto questo ci viene in soccorso la natura. I rimedi “della nonna”, come ad esempio il miele.

I batteri non lo conoscono ancora

Lo ha rivelato una ricerca australiana condotta dalla University of Technology di Sydney, che ha proprio analizzato le potenzialità del dolce prodotto del lavoro delle api e come mai riesce laddove i farmaci migliori falliscono. Il fatto è che, pur esistendo da sempre (è citato perfino nella Bibbia!) il miele è ancora “sconosciuto” ai batteri di nuova generazione. Forse perché non lo usiamo più tanto nemmeno noi umani. Un tempo era la base di molti dolci, oggi sostituito dal cioccolato. Un tempo veniva usato anche come medicinale, ad esempio contro la tosse… oggi non più.

Ci rende sani e forti

I test australiani hanno evidenziato come molti super batteri resistenti ai farmaci davanti al miele subivano le peggiori “sconfitte”. Il miele contiene zucchero, PH e metilgliossale (MGO), il derivato del nettare. In particolare, usando i fiori di Manuka si è notato che il MGO rafforza in modo incredibile le difese immunitarie, per cui rende il corpo inattaccabile. Il miele funziona benissimo da solo come antinfiammatorio, come antidoto al prurito delle punture di zanzara, come antiossidante e perfino come cura di bellezza per mantenere la pelle giovane. Ma come mai lo abbiamo dimenticato per così tanto tempo in credenza??  

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Se lo Stato paga la cannabis….

Ci sono 11 regioni italiane che già da tempo stanno sperimentando l’uso della Cannabis per ...

Condividi con un amico