Home » Benessere » Come vincere la leucemia con una sola iniezione

Come vincere la leucemia con una sola iniezione

Se siete di quelle persone che odiano gli aghi e le punture, forse questa notizia vi farà ricredere. Forse da domani le amerete, soprattutto se avete parenti o amici malati di leucemia, nome col quale si indicano diversi tipi di tumore del sangue. Le leucemie, oggi, possono essere “croniche” e durare anni… costringendo i pazienti a una vita di farmaci e ansie, oppure essere “fulminanti” e non lasciar scampo. L’unica cura conosciuta, nel caso siano trattabili, è la chemioterapia diffusa in tutto il corpo con tutti i pro e i contro della situazione. Ma oggi le cose stanno per cambiare.

Una puntura e Emily vivrà

Lo testimonia una bambina di nome Emily Whitehead che combatteva contro la leucemia dalla nascita e a 5 anni, dopo diverse cure andate in fumo, si è sottoposta a una nuovissima sperimentazione facendosi iniettare i propri Linfociti T “corredati” dal recettore Car-T. Così armati, i Linfociti T riescono a trovare il passaggio segreto per entrare nelle cellule leucemiche e distruggerle. Una sola puntura ha immesso nel sangue della bimba questa arma segreta e oggi, che di anni ne ha compiuti 10, non esiste una sola cellula malata in tutto il corpo! Gli stessi medici della università di Philadelphia (USA) che hanno curato Emily, hanno trattato allo stesso modo altri 63 bambini con leucemie più o meno gravi.

Una guarigione che costa troppo

A tutti hanno prelevato i Linfociti T, li hanno muniti di recettori Car-T, e li hanno reimmessi in corpo per combattere la malattia. Nell’immediato 8 bambini su 10 avevano vinto la malattia, sebbene alcuni di loro abbiano avuto ricadute nel corso di questi ultimi cinque anni, e altri come Emily sono invece del tutto guariti. Si tratta di un metodo dunque ancora da migliorare e da studiare più a lungo, ma i risultati incredibili che sta dando su alcuni casi hanno convinto l’ente farmaceutico americano ad approvarne l’uso nei reparti di oncologia. Gli effetti negativi di questa cura ci sono (pressione bassa, problemi polmonari e neurologici) ma laddove ha successo la leucemia scompare in 20 giorni, e con soltanto un’iniezione! Un altro effetto altamente negativo della cura è il costo: 475.000 dollari a paziente! Una bella botta, ma sempre meno dei costi che oggi si hanno per i trapianti di midollo (sopra i 500.000 dollari a persona).

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

“Cura” il cancro con una dieta da fame. Donna in fin di vita

Avrà pensato che gli antichi hanno sempre ragione, e forse in parte è vero. Ma ...

Condividi con un amico