Home » Benessere » Come proteggersi dall’avvelenamento da cianuro

Come proteggersi dall’avvelenamento da cianuro

La notizia del giorno è che i terroristi dell’ISIS avrebbero intenzione di avvelenare i cibi dei nostri supermercati con il cianuro. Minaccia che appare inverosimile, dato l’enorme numero di telecamere presenti nei supermarket e la difficoltà oggettiva di inserire il veleno nelle confezioni alimentari … ma, come sanno benissimo i servizi segreti italiani, non si deve mai abbassare la guardia e anche quando le notizie sono assurde è bene essere preparati. Cosa sappiamo del cianuro e come ci si protegge da esso?

Il rimedio si chiama CYANOKIT

Il cianuro è un veleno che agisce sulle vie respiratorie e che si può inalare (succede spesso negli incendi) o ingerire, come avveniva anticamente per eliminare senza sospetti un nemico. Il cianuro si può sprigionare anche dopo l’incendio di alcune fabbriche chimiche, e diffondersi nell’aria, ma si ritrova anche in alcune erbe e verdure, nei noccioli di ciliegie e albicocche e nelle mandorle amare, di cui conserva l’odore. Se respirato, o ingerito, anche in piccole quantità questo veleno provoca  forte cefalea, nausea, difficoltà respiratorie e stato confusionale che possono sfociare in seguito in convulsioni, coma e arresto cardiaco. La buona notizia è che già dal 2009 l’Italia, insieme ad altri Paesi europei, ha approvato e messo in vendita un antidoto immediato, conosciuto col nome di CYANOKIT . Tale antidoto usa la idrossicobalamina (o vitamina B12a) che è in grado di agganciare le particelle di veleno e di eliminarle tramite le urine. Esistono altri rimedi farmaceutici contro l’avvelenamento da cianuro, ma la idrossicobalamina è il più sicuro in quanto il meno pesante da tollerare per un organismo già sofferente.

Cosa fare nell’immediato

Proprio per la sua diffusione nei cibi comuni, il corpo umano  ha già sperimentato nel corso di milioni di anni piccole quantità di questo veleno sviluppando reazioni naturali contro di esso. L’antidoto Cyanokit (di cui trovate tutte le informazioni utili QUI) semplicemente accelera tali reazioni per renderle più rapide dell’azione del veleno stesso. Non esistono veri metodi “naturali” per proteggersi dal cianuro, la cosa più rapida da fare … in attesa dell’ambulanza… è sciacquare bene la bocca e provare a provocarsi il vomito per espellere la sostanza prima che venga assorbita dal corpo. Le altre terapie vanno fatte in ospedale: somministrazione di ossigeno, respirazione continua di nitrito di amile e di nitrito di sodio, oltre alla già citata idrossicobalamina oppure somministrazione di tiosolfato di sodio.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Cannella brucia grassi

Cannella spezia brucia grassi. A descrivere le proprietà della celebre spezia è uno studio dello ...

Condividi con un amico