Home » Benessere » Psicosi da vaccino: a Catania un bimbo viene “dato per morto”

Psicosi da vaccino: a Catania un bimbo viene “dato per morto”

Succede a Catania, in un poliambulatorio di un quartiere di periferia. Durante la vaccinazione di base, un bambino di 6 anni ha una crisi lipotimica e sviene. La crisi lipotimica è il classico e innocuo mancamento che viene quando ci si impressiona o emoziona troppo, succede per uno spavento, per la troppa felicità e succede molto spesso per la “paura dell’ago”, negli ambulatori medici. Non è il primo né sarà l’ultimo e a conferma che si è trattato di un caso assolutamente non grave c’è il fatto che il piccolo si è ripreso perfettamente cinque minuti dopo.

“E’ morto per colpa del vaccino!”

Il problema è che siamo in piena psicosi da vaccino, e che sia i giornalisti che i “no vax” sono in agguato in attesa della prima notizia di reazione mortale, così da poter sbandierare le loro ragioni contro la medicina che salva la vita. Lo svenimento del bimbo catanese era già diventato “morte” nell’anticamera dell’ambulatorio, creando il panico tra gli altri genitori in attesa. Per tutto il giorno, nel quartiere, si era dato il bambino per morto e solo quando la famiglia è tornata a casa senza problemi si sono sopite le voci folli che avevano creato un allarme ingiustificato.

Accade solo in casi rarissimi

Ci sono sempre state, e ci saranno, persone che hanno reazioni allergiche ai vaccini (così come si hanno per qualsiasi farmaco!) e può capitare che qualcuno stia male per via della sostanza che riceve in corpo. Si tratta al solito di pochissimi casi su migliaia e addirittura di uno su un milione con esito mortale. In quel caso non è colpa del vaccino, ma della risposta particolare di organismi sensibili o malati. Anche se fosse stata una reazione allergica, quella del bimbo catanese (ma non è stato così) si sarebbe risolta in ambulatorio stesso… proprio per questo dopo la vaccinazione i bambini vengono tenuti “in osservazione” un’ora sul posto. Quel che preoccupa non sono le reazioni allergiche, né gli svenimenti per la paura dell’ago… preoccupa la voglia di morte e di scoop macabri che porta la gente a trasformare in tragedia quello che tragedia non è. Ancora una volta, i vaccini ne escono puliti.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico