Home » Benessere » Gratitudine aiuta corpo e mente: 7 consigli per dire grazie

Gratitudine aiuta corpo e mente: 7 consigli per dire grazie

Dire grazie aiuta corpo e mente. In occasione della Giornata Mondiale della Gratitudine, celebrata negli scorsi giorni, si è ricordata l’importanza di rendere grazie. Diversi studi hanno infatti dimostrato che la gratitudine è associata a sentimenti di grande felicità, così come alla salute fisica e mentale.

Secondo gli esperti americani per esempio, praticare gratitudine abbassa i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, del 23%, riduce del 7% i sintomi di infiammazione nei pazienti con insufficienza cardiaca, combatte la depressione, diminuisce la pressione sanguigna e migliora la qualità del sonno. Gli esperti dell’University of Birmingham che essere grati migliori l’approccio al lavoro, rinforzi la resilienza, diminuisca la sofferenza fisica e influisca positivamente su salute e longevità

Ecco infine i 7 consigli della master Coach Marina Osnaghi per allenarsi alla gratitudine.

1.PRENDITI IL TEMPO PER ESSERE GRATO Durante la giornata trova 5 minuti tranquilli, magari mentre bevi il caffè o metti il rossetto, per pensare a qualcosa o qualcuno che puoi ringraziare.

2.L’ARTE DELLE LISTE POSITIVE La sera fai l’elenco delle cose che ti sono accadute nella giornata. Scrivere aiuta molto: dopo aver diviso il foglio in due, su un lato annota ciò che è stato positivo, e sull’altro ciò che poteva andare meglio. Questo esercizio serve molto ad equilibrare i propri approcci mentali alla vita.

3.SCRIVI E RILEGGI IL DIARIO DELLA TUA FELICITÀ Segui i consigli di Tal Ben Shahar, padre della psicologia positiva, nella sua Pursuit of Happyness, e compra il quaderno della felicità. Annota tutto ciò che di positivo e bello osservi o vivi nella giornata. Anche le cose belle che accadono agli altri sono fonte di gratitudine.

4.YOGA TIME PER ESSERE GRATI La sera prima di addormentarti, sdraiati comodamente nel letto e svolgi un semplice esercizio yoga che ti rilassa ed aumenta il senso di gratitudine. Inspirando e pensando complessivamente al tuo corpo, dì “ti amo” verso te stesso.

5.L’INVENTARIO DELLE BUONE COSE Una volta alla settimana, un semplice esercizio: l’inventario delle cose buone.

6.SII GRATO PER IL SUCCESSO Alla fine di un progetto, ringrazia il collaboratore che ti ha aiutato nel successo, il gruppo che ti ha assistito, te stesso per essere arrivato fino in fondo.

7.RINGRAZIA A PAROLE Comunica verbalmente gratitudine ogni volta che puoi: dai un feedback di riconoscimento ai collaboratori, ringrazia con sincerità e non perdere occasione per farlo.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico