Home » Benessere » Dai batteri marini la cura contro il tumore

Dai batteri marini la cura contro il tumore

La salvezza viene dal mare. La scienza sta puntando sempre più sulle enormi distese d’acqua del nostro pianeta per scoprire rimedi naturali contro quelli che sembrano oggi nemici imbattibili, come il tumore o come i batteri resistenti. Anche l’Italia partecipa a questa nuova “gara” con l’ICGEB di Trieste, il centro di ingegneria genetica che ha già portato avanti più scoperte interessanti.

Il comportamento dei batteri marini

Come spiega il ricercatore, dottor Vittorio Venturi, che ha partecipato in prima persona alla ricerca in questione, il mare può fornirci molecole nuove, o meglio meno conosciute di quelle che conoscevamo finora e dunque potremo utilizzarle per cogliere di sorpresa alcune malattie ostinate. Si sa che i batteri amano agire “in gruppo”, per cui fanno fronte resistente anche contro i medicinali. Studiando i batteri dei calamari si è capito anche come si aggregano e come comunicano tra loro, una scoperta che potrebbe aiutarci a sconfiggere anche quelli della terraferma che sono causa di molte delle nostre nuove malattie.

Contro i tumori

La “comunicazione batterica” può aprire la strada alla scoperta di nuovi tipi di antibiotico ma anche nuovi tipi di farmaci antitumorali. Un altro studio sulle spugne marine ha evidenziato il loro comportamento su certe cellule. Alcune vengono eliminate e letteralmente mangiate, altre sono sfruttate per i fini dell’organismo. Da questo si può arrivare a un nuovo modo di combattere e sconfiggere il cancro, magari unendo lo studio di questo specifico processo con lo studio della comunicazione tra batteri, per ottenere una vittoria completa su ogni fronte. E se si pensa a quanto tempo si è “perso” cercando le cure nei cocktail da laboratorio, con l’universo marino che ce le forniva gratis … c’è davvero da domandarsi come possiamo maltrattare così i nostri oceani. (FOTO COPYRIGHT Grazia Musumeci–Mare di Siracusa)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico