Home » Benessere » Salmonella nel salame: attenzione a questi lotti

Salmonella nel salame: attenzione a questi lotti

Periodo di grandi controlli a tappeto, segno che il Ministero della Salute italiano fa bene il proprio lavoro. E non soltanto per via delle minacce vaneggianti dell’Isis che voleva avvelenare il cibo dei supermercati, ma perché ogni prodotto confezionato dall’uomo, anche dal più attento degli operai, può andare soggetto a sviste ed errori e dunque rimanere inquinato o guasto. I controlli preventivi che portano al ritiro di queste merci non ci devono allarmare ma rassicurare sul sistema che FUNZIONA.

Lotto in scadenza 18 aprile numero Q1920/L

Dopo il caso degli spinaci “inquinati” dall’erba velenosa mandragora e dopo la listeria presente in alcuni tipi di formaggio, oggi tocca a un noto salame perugino DEL NERA essere ritirato dagli scaffali per sicurezza. Il numero di lotto ritirato è DEL NERA 18 agosto 2017 CON SCADENZA 18 aprile 2018 —sigla Q1920/L . Se vi ritrovate questo salame nel frigo non lo consumate, riportatelo al supermercato, se invece pensavate di comprarlo evitate per un certo periodo, restando comunque informati per sapere quando rientrerà l’allarme. Bisogna specificare che quando si ritira un lotto non significa che l’azienda è inaffidabile o da evitare, ma va evitato soltanto quello specifico prodotto. Se avete già consumato questo salame e notate i primi sintomi della salmonellosi (febbre, vomito o diarrea, dolori addominali cominciati due o tre giorni dopo il consumo) parlate col medico dicendogli i vostri sospetti. La salmonellosi si può curare, ma se trascurata o se compare in soggetti particolarmente fragili può diventare mortale. Un modo per mettersi al sicuro è quello di cuocere bene i prodotti: nell’acqua bollente la salmonella muore. Il salame bollito non piace a tutti ma … provarlo per una volta, per evitare pericoli, magari si può!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Cenone di Natale: attenzione ai cibi a rischio allergie

Dalla frutta secca ed esotica, ai crostacei, ai pesci, dai dolci ai molluschi, sulle tavole ...

Condividi con un amico