Home » Benessere » Listeria: ritirato anche tacchino Casa Modena

Listeria: ritirato anche tacchino Casa Modena

Continuano i controlli a tappeto del Ministero della Salute sui prodotti che invadono i nostri supermercati. Formaggi, tonni, perfino gli spinaci (a proposito, la buona notizia è che la marca Bonduelle NON E’ inquinata dalla mandragora)  sono stati esaminati in ogni fibra e tolti dal commercio se affetti da anomalie. Oggi tocca anche a un nome famoso, Casa Modena, e al suo “tacchino arrosto”.

Listeria nel tacchino arrosto

Il sospetto della presenza del batterio Listeria Monocytogenes ha spinto gli analisti del Ministero a richiamare interi lotti del prodotto, e precisamente quelli contrassegnati dal numero 14117 (scadenza 14/11/2017) e con la scritta:  tacchino arrosto Liberamente di Casa Modena nel formato da 3,5 kg prodotto da Forno d’Oro presso lo stabilimento di S. Tombio (VI), a Via Vallelunga 60. Una delle confezioni presentava il rischio altissimo di listeriosi (infezione intestinale che comporta diarrea, febbre alta ma anche complicazioni come setticemia e aborti spontanei!) per cui è stata eliminata ma insieme ad essa verranno eliminate tutte le altre confezioni uscite dalla fabbrica quello stesso giorno. Controllate quindi a casa i dati del vostro tacchino arrosto e se corrispondono ai lotti pericolosi riportateli al supermercato.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Cenone di Natale: attenzione ai cibi a rischio allergie

Dalla frutta secca ed esotica, ai crostacei, ai pesci, dai dolci ai molluschi, sulle tavole ...

Condividi con un amico