Home » Benessere » Come si cura la vulvodinia

Come si cura la vulvodinia

Conoscevate la  vulvodinia? Forse no, ma qualcuna di voi sicuramente l’avrà avuta. Si tratta di una malattia dei genitali femminili che riguarda il 12% della popolazione femminile (4 milioni di donne in Italia) e può comparire in modo continuo oppure a tratti nelle giovani di età compresa tra 20 e 40 anni. Il dolore somiglia alla puntura di milioni di spilli o come un forte bruciore, e si acutizza in fase premestruale. I muscoli pelvici si infiammano e si gonfiano causando dolori anche interni e difficoltà a urinare ad avere rapporti sessuali.

Un disturbo imbarazzante

Una condizione invalidante che però non viene sempre diagnosticata in modo corretto. Troppe volte è confusa con la cistite. Invece è proprio la cistite, o l’avverarsi di diverse cistiti nel corso degli anni, che la scatena. Anche le infezioni contratte con i rapporti sessuali possono avviare i sintomi. Potrebbe anche nascere da cure e terapie intime a cui si è allergiche senza saperlo. Il dolore e il disagio a volte sono così forti che le donne che soffrono di vulvodinia non escono quasi più di casa. Il problema, una volta diagnosticato in modo esatto, si affronta con diversi tipi di approccio.

Come si affronta

Gli accorgimenti sono diversi per ogni donna e a seconda della gravità della malattia. Si può risolvere solo bevendo molta acqua e mangiando cibi leggeri e non piccanti. Si può risolvere evitando di usare detersivi per un certo periodo, evitando gli assorbenti interni, i rapporti sessuali e usando biancheria di cotone puro (bianco!). In campo medico invece si tratta con anti infiammatori e anti depressivi (questi ultimi per la loro azione rilassante sui muscoli). In casi estremi si deve applicare una particolare fisioterapia manuale oppure i nuovi metodi: terapie a radiofrequenza ed elettroporazione che permettono di amplificare l’azione dei farmaci e dunque di accorciare i tempi del trattamento medico.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Per combattere i batteri … cambiate le lenzuola!

L’Università di New York ci mette in guardia. Il modo migliore per combattere i batteri ...

Condividi con un amico