Home » Benessere » Ecco come i film combattono la depressione

Ecco come i film combattono la depressione

Sta per finire l’anno dedicato alla Depressione, per decisione dell’OMS. Nel corso del 2017 abbiamo riflettuto e lavorato contro questo “male di vivere” che ci insegue nel corso dei secoli e che a tutt’oggi non ha spiegazioni valide, né cure vere e proprie. Alla depressione si reagisce in modo molto personale, combattendola, annullandola o lasciandosi sopraffare a seconda dei casi. I modi per lottare sono diversi, passano anche dall’arte e dalla musica. E dal cinema, perché no?

La forza distruttiva

Lo rivela un’intervista de “La Stampa” allo psicanalista Claudio Cassardo che ci svela come anche una sola scena di un film a volte fa bene ai malati di depressione. La depressione è mancanza di voglia di vivere, perdita di energia vitale. Nulla ha più senso, per cui anche la vita non vale la pena di essere vissuta. Ma dietro questa apparenza, c’è in realtà una fortissima espressione vitale che non potendosi mostrare o non essendo capita diventa distruttiva. Distruttiva verso il prossimo (stragi dettate dalla disperazione) o verso se stessi, come spesso si risolvono le depressioni. E come può il cinema aiutare soggetti tanto confusi e oppressi?

Il cinema e il messaggio positivo

Con la sua immediatezza. Il cinema non necessita di tempo e di lavoro per dare un’emozione, come invece accade con altre arti (pittura, musica, fotografia) . Ci arriva già confezionato dritto nel cuore, e spesso radunando in sé le altre arti. Nelle terapie di gruppo si usano spesso particolari scene di film per poi commentare tutti insieme e far uscire così le ansie e i pensieri deprimenti nascosti nel profondo. Il cinema è anche uno spaccato (finto) sulla vita di altre persone. Nei personaggi, soprattutto se drammatici, ci si riconosce e ci si può sentire “purificati” dalle loro esperienze. Se ce l’ha fatta lui posso farcela anche io! Un po’ l’opposto dei social, dove invece la finta felicità e fortuna di tanti altri fa sentire il depresso ancora più solo e inutile.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico