Home » Benessere » Papa Luciani morì di infarto. Ma si poteva salvare

Papa Luciani morì di infarto. Ma si poteva salvare

Scaduti i termini del segreto di stato, vengono finalmente rivelate le verità sulla morte di Papa Luciani, Giovanni Paolo I, fino ad oggi creduto vittima di un complotto, di avvelenamento, comunque di un omicidio. Troppo strano quel papa che muore dopo appena un mese dall’elezione, troppo “utile” quella morte a chi non amava quel cammino che il pontefice stava iniziando. Si credeva fortemente a qualcosa di losco, ma i documenti oggi rivelati negano tutto. Il Papa morì, la sera del 28 settembre 1978, per un infarto.

Dolore al petto che non fu riferito al medico

Il problema che emerge da queste carte però è che forse si poteva salvare. Tante le testimonianze registrate tra cui quelle di camerieri e infermieri personali del Santo Padre. La ricostruzione parla di un “episodio di dolore localizzato al terzo superiore della regione sternale, sofferto dal S. Padre verso le 19,30 del giorno della morte, protratto per oltre cinque minuti, verificatosi mentre il Papa era seduto ed intento alla recita di Compieta con il padre Magee e regredito senza alcuna terapia”. Nessuno però fu avvisato del malore, né gli infermieri né il medico del Vaticano. Meno che mai fu avanzata alcuna richiesta alla farmacia del Papa. Come mai?

Problemi cardiaci da tempo

Pare, secondo padre Magee che si trovava con Luciani al momento del fatto, che fu il Papa stesso a non voler chiamare soccorsi, credendo che tutto si fosse risolto con una fitta. L’indomani mattina, quando fu trovato morto nel suo letto, il Papa non aveva nemmeno assaggiato il famoso “caffé” che molti sospettarono fosse stato avvelenato, quindi la morte naturale è la più convincente. Però a Luciani era già stato diagnosticato un disturbo cardiaco quattro anni prima e da allora era in cura proprio per prevenire un episodio come quello che infine lo ha ucciso. Negligenza da parte dello stesso paziente, poca attenzione da parte del suo entourage oppure -si domandano alcuni ancora- una morte naturale “provocata” artificialmente? Il mistero continua.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

E’ morto Totò Riina

Chissà, se esiste un altrove, se adesso sta guardando in faccia Falcone, Borsellino, Livatino e ...

Condividi con un amico