Home » Benessere » Attente agli sbalzi di umore. Ecco come evitarli

Attente agli sbalzi di umore. Ecco come evitarli

Noi donne li conosciamo bene. Gli sbalzi di umore ci perseguitano almeno una o due settimane al mese, in quanto spesso legati al ciclo mestruale e alle oscillazioni ormonali. Ma subiamo sbalzi di umore anche in menopausa, anche quando siamo sotto stress per troppo lavoro, anche dopo il parto… Il nostro corpo ci parla, ma ci parla ad alta voce e non sempre ci aiuta, anzi! Esistono però dei modi per alleviare o eliminare gli sbalzi umorali dovuti agli ormoni.

Alcuni consigli

Per placare la tempesta ormonale bisogna agire con moderazione ma con altrettanta decisione. Il cioccolato è una prima soluzione. Non moltissimo: bastano due quadratini al giorno, purché sia puro e senza aggiunte (latte, peperoncino, aromi vari). Riempie di energia e dunque allontana gli stati depressivi. Bevete più acqua ma che non sia gassata e nemmeno fredda. La buona idratazione fa sentire bene e alimenta la gioia di vivere.  Il movimento fisico aiuta anche esso a sentirsi felici: la fatica e lo sforzo rigenerano il corpo e rendono più rilassante il ritorno al riposo alimentando un ritmo (che include anche il sonno) che giova alla nostra salute. Vi sembrerà assurdo ma … abbracciarsi è il metodo più bello per combattere gli sbalzi di umore negativi. L’abbraccio, le coccole, liberano ossitocina, un ormone che fa sentire felici e sereni. Vale anche per il sesso, che è dunque un altro modo di combattere gli stati altalenanti dovuti a quegli sbalzi. Però il sesso va bene solo se vi va… se non volete e dovete farlo per accontentare il partner non avrete lo stesso effetto su di voi. La buona esposizione al sole vi aiuta a produrre vitamina D e questo vi rende energici e di buon umore. Se tutto questo non funzionasse, chiedete in farmacia consigli sull’assunzione di magnesio.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ecco perché la solitudine è una (brutta) malattia

Aumentano i “single” nel mondo edonista di oggi. Le convivenze superano i matrimoni, le separazioni ...

Condividi con un amico