Home » Benessere » Ecco perché la “solitudine a piccole dosi” vince lo stress

Ecco perché la “solitudine a piccole dosi” vince lo stress

Uno studio americano ribalta almeno in parte la teoria secondo la quale la solitudine fa male alla salute. O meglio, è vero che la solitudine fa male alla salute e non solo per il rischio depressione, anche perché chi vive in compagnia ha più possibilità di scoprire le anomalie fisiche che a volte sfuggono al nostro occhio (ma non a quello di partner o amici) e che, se prese per tempo, ci salvano dai tumori. Dunque essere soli non fa bene per niente, ma un pizzico di solitudine al giorno… quello sì. Fa bene a corpo e mente e combatte lo stress.

Un quarto d’ora per noi

L’Università di Rochester (New York) ha sperimentato questa idea su  114 adulti che dovevano restare almeno 15 minuti da soli subito prima o subito dopo un colloquio. Dopo la prova dovevano compilare questionari e prove mentali e dai risultati si è visto che chi aveva effettivamente goduto di quel quarto d’ora di “pace con se stesso” rilevava meno stress e meno ansia. E non c’entravano le attività che ogni soggetto svolgeva in quel quarto d’ora di pausa, piuttosto il fatto di AVERE quel tempo a propria disposizione. Lo stesso effetto si è visto nella seconda parte dell’esperimento: 173 persone hanno trascorso un quarto d’ora al giorno con se stessi, per una settimana. E la settimana dopo, invece, sono tornati alla vita frenetica di sempre.

Ci ricarica di energia nuova

Di nuovo, quando si era usufruito del quarto d’ora al giorno in perfetta solitudine si avevano meno segnali di stress e nervosismo . La solitudine a piccole dosi dunque fa bene, e questo non mette affatto in dubbio il valore della socialità e del benessere di gruppo, ma rivaluta la persona. Anche noi in quanto noi stessi abbiamo bisogno di dedicarci del tempo in santa pace… senza colleghi, figli, mariti, amici intorno. Quel quarto d’ora in cui scarichiamo lo stress, possibilmente in silenzio e con il passatempo che ci siamo scelti, ci può dare una nuova carica che dura anche per il resto della giornata lavorativa. 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ansia: ecco come la combattono gli psicologi

Alcuni studiosi americani dell’Università di Washington hanno analizzato l’ansia da un punto di vista totalmente ...

Condividi con un amico