Home » Benessere » Ecco perché gli anziani dormono male

Ecco perché gli anziani dormono male

Se il nonno si addormenta durante la cena, se la prozia si appisola mentre vi parla … escludendo malattie serie come ictus o ischemie… il problema è nella qualità del sonno delle persone anziane. Spesso diciamo che “dormono poco” invece il loro sonno è abbastanza normale, solo che è disturbato da fattori esterni e da problemi legati all’età. Uno studio dell’Università Federico II di Napoli ha indagato più a fondo su questo.

Troppi risvegli notturni

E’ vero che il “bisogno” di sonno diminuisce man mano che aumenta l’età in quanto il corpo usa meno energie quando si è in pensione rispetto a quando si è produttivi. Ma dormendo cinque ore non si dovrebbero avere disturbi del ritmo sonno/veglia, si tratta comunque di tempi di sonno normali. Allora cosa non va nel riposo degli over 70 ? Il primo problema sono i “micro risvegli” ovvero quelle fasi di veglia durante la notte che possono essere causati dall’alzarsi per andare in bagno, da un rumore al piano di sopra. Negli anziani questi “break” generano pensieri e l’impossibilità di riaddormentarsi subito. Veglie che si pagano poi durante il giorno.

Cosa fare per rimediare

Le altre cause sono da riscontrarsi nell’uso di medicine -ad esempio anti depressivi, terapie contro specifiche malattie dell’età- che gli anziani usano e che possono avere come effetto collaterale un cattivo riposo notturno. E tornando al discorso bagno, anche la necessità di urinare spesso tipica degli anziani disturba il sonno. Si può risolvere il problema senza aggiungere medicinali a medicinali? Secondo i ricercatori napoletani sì. Fare molto movimento durante il giorno, praticare qualche attività rilassante come Yoga, Pilates o Tai Chi, bere poca acqua durante il pomeriggio e, la sera, cenare con un sostanzioso pasto di carboidrati, e via libera a qualche dolcetto!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Coppia: ecco perché a volte “c’è chi dice no”

La sessuologa americana Elizabeth McGrath ha voluto di recente indagare un campo poco battuto della ...

Condividi con un amico