Home » Benessere » Psicologia: ecco i partner da evitare … a letto!

Psicologia: ecco i partner da evitare … a letto!

Il coinvolgimento mente e corpo riguarda certamente, e più che mai, i rapporti sessuali. Sentimenti e desiderio, affetto e attrazione sono tempeste che ci portano a scegliere le persone con cui condividere una intera vita o i compagni di avventura di una notte sola. Ma  proprio perché le conseguenze di un errore, in casi come questi, possono essere pesanti è meglio stare bene attenti alla scelta del partner con cui “divertirsi”.  Alcuni psicologi si sono letteralmente presi la briga di stilare un elenco di persone da NON portare mai sotto le lenzuola.

Mai col capo!

Primo su tutti, evitate SEMPRE di andare a letto col capo … maschio o femmina che sia. Sebbene l’idea possa sembrare eccitante e perfino gratificante, ricordate che mischiare sentimenti e lavoro è già un rischio ma mettere in mezzo la persona che può decidere del vostro lavoro è l’errore peggiore e “Bridget Jones” insegna! E anche se il capo non dovesse mai usare il rapporto per farvi uno sgarbo, ci penserebbero i colleghi a isolarvi come degli appestati. Ovviamente mai andare a letto con gli “ex”. Se la storia è finita ci sarà stato un motivo, e anche se i rapporti si possono recuperare meglio aspettare a fare sesso insieme per evitare di rimanere delusi ancora una volta. Per gli stessi motivi di cui sopra, evitate di andare a letto con i vostri prof!

E niente coinquilini o parenti alla lontana

Evitate il coinvolgimento sentimentale e sessuale con il coinquilino/a. La persona con cui dividete casa e spese importanti non può diventare il vostro compagno di effusioni. Perché una volta avviato il rapporto non vorrete più farlo partecipare alle spese di casa e ci perderete in risparmi … o al contrario, se la cosa va male, dovrete cercarvi un altro coinquilino. Sembra banale, ma meglio non avere rapporti sessuali nemmeno con parenti alla lontana (il procugino, il fratello del cognato, il fratellastro…) perché una storia di sesso che vada a finire male potrebbe risucchiare nel baratro dell’odio l’intera famiglia, oltre che portare allo scoperto segreti imbarazzanti per tutti

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Psicologia: se i bambini sono “blu” lavorano meglio

Uno studio internazionale recentemente condotto sull’integrazione e l’educazione dei più piccoli ha aperto una luce ...

Condividi con un amico